sabato, 25 Maggio, 2024
Economia

Gentiloni: “Giustizia decisiva per mettere l’Italia al passo con l’Ue”

“L’Europa esce a grande velocità dal punto di vista della ripresa economica. Ci sono dei tassi di crescita che non vedeva dal 1976. L’Italia da ancora prima. Un 5% in più per l’Italia è di grande valore. Naturalmente questo non cancella i rischi sociali e sanitari che abbiamo davanti. Un buon tasso di crescita non spazza via i problemi. Sarebbe la cosa più stupida pensare questo”.

Lo dice Paolo Gentiloni, commissario europeo agli Affari Economici, in un’intervista al direttore di Repubblica, Maurizio Molinari. “La seconda questione è che non basta una buona crescita, perché noi abbiamo avuto una caduta del nostro Pil a livello europeo e ancor più a livello italiano. Come sapete nel 2020 l’economia ha perso più dell’8% – prosegue -. La domanda è: avremo solo un rimbalzo rispetto a dove stavamo prima oppure questo può essere l’abbrivio per una crescita duratura e sostenibile sul piano ambientale? Quindi abbiamo scommesse che si moltiplicano”.

Per Gentiloni “il piano del Recovery è molto impegnativo perché c’è una quantità di risorse notevolissima. Manca un po’ il senso che questa è una missione nazionale. Non è una questione che possa essere risolta solo dal governo. Duecento miliardi da spendere in 4 o 5 anni sono un’enormità. La misura più importante di una legge di bilancio, quando ero premier, valeva 6-7 miliardi. Dobbiamo comprendere che avviene una cosa straordinaria e questa è una missione nazionale”. Quella della giustizia “è una delle riforme principali che l’Europa chiede. Perché l’Italia ha un record negativo che è la lentezza della giustizia, in particolare civile. Questo è un handicap in particolare economico.

Per le imprese che vogliono investire nel nostro Paese, il fatto che una qualsiasi controversia abbia tempi non comparabili è un problema. Nel piano italiano, se ne parla poco, ma l’obiettivo principale per noi a Bruxelles è colmare questo ritardo. Anche i cittadini italiani hanno diritto a una giustizia con dei tempi europei. Per la prima volta ci sono dei passi avanti”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Consumi: Confesercenti “Italia maglia nera in Europa”

Redazione

Al Consiglio Europeo focus su export vaccini e Turchia

Redazione

GdF. Raddoppiano gli evasori fiscali totali

Stefano Ghionni

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.