martedì, 4 Ottobre, 2022
Agroalimentare

Il “Wine & Spirits” italiano sfida i mercati internazionali

– Il 2020 dei maggiori produttori italiani di vino ha chiuso con un calo di fatturato del 4,1% (-6,3% il mercato interno, -1,9% l’estero). L’ebit margin ha riportato una lieve contrazione arretrando al 5,8%, rispetto al 6,2% del 2019. L’incidenza del risultato netto sul fatturato ha performato bene, con una leggera variazione dal 4,2% al 4,1%. È quanto emerge dal primo report congiunto sul settore vino & spirits italiano, dedicato all’analisi dei mercati domestici e internazionali e allo studio delle...
Per accedere all'articolo completo devi essere abbonato ad uno dei nostri piani: Abbonamento Annuale o Abbonamento Semestrale. Se sei già abbonato effettua il log in
Sponsor

Articoli correlati

Ferrero, rinnovato accordo sul comitato aziendale europeo

Redazione

Patuanelli “Nutriscore sistema altamente dannoso”

Redazione

Pre-Vertice Fao: Il cibo è un bene pubblico. Di Maio: garantire l’accesso

Giulia Catone