venerdì, 18 Giugno, 2021
Sanità

Parte nel Lazio la prenotazione online per il vaccino anti-Covid

Parte nel Lazio la prenotazione online per il vaccino anti-Covid anche presso le unità di cure primarie dei medici di medicina generale. A presentare il nuovo sistema di prenotazione, in conferenza stampa, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, Giovanni Cirilli, segretario regionale Fimmg, e Pierluigi Bartoletti, vice segretario nazionale Fimmg. “È un protagonismo importante – ha spiegato Zingaretti – perché siamo convinti che questo coinvolgimento aiuterà anche quella fascia di indecisi che, grazie alla fiducia nei confronti del proprio medico, può essere indotta a superare paure o diffidenze”.

Per il governatore si tratta di un passaggio di testimone che “ora sarà utilissimo perché moltiplica all’infinito rispetto agli hub il numero dei punti vaccinali”. Tra medici di medicina generale e farmacie, si costituirà “una rete assolutamente capillare nel territorio” e l’utilizzo di un “unico portale d’ingresso” per Zingaretti rappresenta un “fatto di straordinaria rilevanza per la storia della sanità del Lazio”. “Per il cittadino rende tutto più semplice – ha affermato – perché si va sullo stesso portale e si individua il referente per avere il vaccino”.

“L’avvio della registrazione in rete di questa nuova opportunità – ha aggiunto – è il primo passaggio di un giro di boa importantissimo che nel tempo porterà a sostituire la rete degli hub, così come è stata pensata in questa prima fase, con una rete che rimarrà in campo finché sarà utile, costituita in gran parte da questo straordinario protagonismo. Tutti ci auguriamo che questa rete ora venga rifornita da flussi di vaccino che rendano la prenotazione costante, sicura e accessibile al più alto numero di cittadini”. Per l’assessore D’Amato, si tratta di “un tassello essenziale per il futuro, per quanto riguarda la medicina territoriale e il rapporto con i medici di medicina generale, che ad oggi hanno contribuito con circa 400 mila somministrazioni e con 2.631 medici attualmente attivi nella campagna di vaccinazione.

Oggi ci sarà un salto di qualità importante e strutturale – ha aggiunto -, un elemento cardine per il prosieguo della campagna vaccinale e, in futuro, dell’organizzazione della medicina territoriale”. Da oggi, quindi, è possibile prenotare online, nello spazio dedicato alla propria fascia di età, la somministrazione del vaccino presso le Unità di cure primarie – UCP dei medici di medicina generale. “Il Lazio è la prima regione italiana a dotarsi di questo modello organizzativo”, ha detto D’Amato. Poi, illustrando le iniziative, l’assessore ha parlato di un elemento “assolutamente importante” perché “ci consente di transitare – ha evidenziato – da una stagione di natura emergenziale a una di natura ordinaria”. La campagna vaccinale nella regione, ha spiegato D’Amato, “procede a ritmi serrati: raggiungeremo oggi 4 milioni di somministrazioni ed è un risultato importante”. Su AstraZeneca, l’assessore ha spiegato: “Siamo in attesa delle determinazioni che auspichiamo siano chiare, nette, tempestive e inequivocabili”.

Sponsor

Articoli correlati

Vaccino, in Lombardia già somministrate 3.823 dosi a over 80

Redazione

In Sicilia 1.110 nuovi casi di Covid e 20 decessi

Redazione

Wedding, Fedriga – Bini “Proposte imprese inviate a Conferenza Regioni”

Redazione

Lascia un commento