domenica, 17 Ottobre, 2021
Parco&Lucro

Silver Economy: risparmi al servizio della “seconda giovinezza”

L’Italia detiene, assieme alla Francia, il record di popolazione che entra nel secondo secolo di vita. Dal 2009 al 2019 i centenari sono saliti da 11 mila a oltre 14 mila (l’84% sono donne), mentre chi ha superato i 105 anni è raddoppiato (da 472 a 1.112).

 

Il Pil della Silver Economy

Secondo recenti studi della Commissione Europea, se la Silver Economy – vale a dire il complesso di attività economiche rivolte specificatamente alla popolazione con 65 anni o più, che cessano parzialmente o totalmente l’attività lavorativa passando da uno stile di vita attivo a uno “differentemente attivo” – fosse uno Stato sovrano la sua economia si posizionerebbe per dimensioni alle spalle solo di Stati Uniti e Cina. Commissione Europea, che estende la definizione di Silver agli over 50, afferma che nel 2015 questa parte di popolazione ha speso 3mila e 700 miliardi di euro in beni e servizi, contribuendo per 4mila e 200 miliardi di euro al PIL europeo e sostenendo 78 milioni di posti di lavoro in tutta l’Unione. Si stima che questi numeri siano destinati a crescere di un 5% annuo, secondi solo al tasso di crescita del PIL della Cina e dell’India.

 

I settori interessati

Dopo una certa età si spende solo per la salute? I dati dimostrano che i settori interessati sono i più diversi.

Prodotti e servizi consumati dai Silver sono il risultato del cambiamento derivante non solo dalla maggior longevità, ma anche dalle trasformazioni delle aspettative, dei desideri e degli stili di vita nelle fasi di vita più mature.

Come riportato in un interessante dossier a cura delle poste, Silver economy, technology and ageing il settore che beneficia di più della spesa dei Silver è l’Abitazione seguito dalle utilities per un valore di 815 bn nel 2015  (secondo lo studio Oxford Economics / Technopolis).

 

I risparmi ed il patrimonio al servizio della rivoluzione longevity

Tra le esigenze, il benessere e non solo la salute diventa questione primaria: un’abitazione adatta al crescere dell’età, le nuove forme di viaggio ed i supporti tecnologici necessari a far parte della nuova realtà interconnessa. Alla base della famosa piramide dei bisogni di Maslow, sarebbe opportuno avere delle buone coperture sanitarie, da affiancare ad una diversificazione del patrimonio votata a supportare quanto sopra esposto.

Le polizze previdenziali, sottoscritte in età precedente a quella esaminata in questa sede, offrono un’essenziale sostegno economico al sostentamento di un tenore di vita il più possibile vicino a quello dell’età lavorativa, come le soluzioni assicurative finanziarie, grazie alle quali è possibile usufruire ed essere titolare per tutta la vita del proprio risparmio, ma indirizzandolo già, grazie alla designazione del beneficiario, ai propri cari, sempre nel rispetto delle quote di legittima. Un esame della propria situazione a 360° insieme ad un professionista dedicato, sempre nel rispetto del proprio profilo di rischio e delle proprie inclinazioni,  assume oggi un ruolo molto più importante che in passato. Fondamentale.

Sponsor

Articoli correlati

I tassi dovranno restare bassi

Ubaldo Livolsi

Revenge porn: finalmente anche i minori potranno denunciare

Alessandro Alongi

Pil in leggero rialzo

Paolo Fruncillo

Lascia un commento