sabato, 24 Luglio, 2021
Agroalimentare

Agricoltura, in Italia calo delle superfici per produzione cerealicola

Nel 2019 la superficie agricola destinata alla coltivazione di seminativi e’ diminuita, rispetto al 2010, sia in Italia (-2,9%) che nell’Unione europea (-2,7%), a vantaggio delle colture legnose, dei prati permanenti e dei pascoli. Lo rileva l’Istat. Tra il 2010 e il 2020, sul complesso delle superfici coltivate a cereali cresce l’importanza relativa del frumento duro (dal 36,9% al 40,3%) e del frumento tenero (dal 15,8% al 16,7%), scende quella del mais (dal 26,7% al 20,1%). Il 31,4% delle aziende...
Per accedere all'articolo completo devi essere abbonato ad uno dei nostri piani: Abbonamento Annuale o Abbonamento Semestrale. Se sei già abbonato effettua il log in
Sponsor

Articoli correlati

Garavaglia “Ristori e più crescita, il turismo va rilanciato”

Redazione

Agenda del dopo-virus: una politica industriale con priorità precise

Giuseppe Mazzei

Unimpresa: 10 milioni a rischio povertà

Angelica Bianco