sabato, 16 Ottobre, 2021
Società

Giovani: siate critici e sovversivi

Non è più tempo di lamentarsi, di stare a guardare cosa succederà fra poco e anche domani. No, è tempo di essere menti pensanti e coscienze critiche che non danno più nulla per scontato e si agisca con il fuoco della passione nel cuore e idee chiare, limpide e cristalline. Decisi, innamorati della vita e pronti all’azione per un mondo meravigliosamente umano e ricco di veri valori di vita, occorre scendere nell’agorà della propria anima per dare il meglio di sé e non frasi incartare dal primo che parla magari urlando cose insensate ma risulta pur sempre convincente.

Afferrate la speranza e fatene una ragione di vita. Diventate fortemente coscienza critica di un mondo che stenta ad ascoltare chi non ha nessuno dietro le spalle e non sempre la meritocrazia paga i sacrifici fatti. Traducete la vostra bellezza di cuore e di mente in un progetto culturale che contagi tutti verso un mondo dove i grandi non diventeranno mai statue da immagazzinare nell’archivio dei ricordi sbiaditi.

Fidatevi di chi è semplicemente vero e non ha paura a farvi vedere le rughe del suo pianto e le cicatrici delle cadute che ancora fanno male. Stringete legami di amicizie vere e disinteressate, tuffatevi nell’allegria e fatelo da lucidi senza imbrattare le ore di paradisi artificiali volando tra canne e surroganti di fumi alcolici. No, non è permesso di essere narcotizzati, imbacuccati e umiliati da pubblicità insensate che offendono sé stessi e gli altri. Sul vostro cammino vi siano figure carismatiche che da umani e fragili hanno saputo indicare traiettorie e strade anche sopra il cielo del pensiero: penso a Gandhi, a Teresa di Calcutta, Giovanni Paolo II, Rosario Livatino, Giorgio La Pira, Chiara Lubich, e tanti e tante come loro che non hanno piegato le ginocchia dinnanzi a nessuna logica egoistica del tornaconto.

La vita è tua, fanne n capolavoro. Butta sulla tua tela tutti i colori più belli e poi incidi il tuo pensiero di fraternità, di luce, di bellezza, di Vangelo, di speranza e di gioia. Il mondo ha bisogno di giovani che siano giovani anche nel cuore e non gente rassegnate ghettizzata appartata e annoiata. No, è tempo di essere menti critiche con azioni forti. E sen non lo fate voi altri al vostro posto saranno i tiranni del nulla e dell’oscurantismo. Non mollate. Fatelo per voi, fatelo per la vita.

Sponsor

Articoli correlati

100 anni con Karol: Tra il Papa polacco ed i giovani scattò una scintilla di fuoco. E siamo ancora qui!

Redazione

Coronavirus, il 62,5% degli italiani teme per il proprio futuro

Redazione

Precari, giovani e donne in troppi senza lavoro. Urge un nuovo patto sociale: la politica si svegli

Giampiero Catone

Lascia un commento