martedì, 28 Settembre, 2021
Economia

Nutriscore penalizza produttori spagnoli di olio d’oliva

 “Abbiamo sempre sostenuto che il sistema di etichettatura Nutriscore penalizzi ingiustamente i prodotti della dieta mediterranea sana ed equilibrata. Le proteste in atto da parte dei produttori spagnoli di olio d’oliva rafforzano la nostra posizione”. Così il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, a proposito delle contestazioni mosse da tutti i rappresentanti della filiera olivicola spagnola nei confronti della scelta del governo di Madrid di adottare il sistema Nutriscore entro aprile.
La Spagna è il primo produttore ed esportatore di olio d’oliva a livello mondiale. Le contestazioni – segnala Confagricoltura – sono motivate dal fatto che, nonostante gli adattamenti dell’algoritmo originale messo a punto in Francia, l’olio d’oliva rientrerà nella categoria C contraddistinta dal colore giallo, che segnala l’allerta sul consumo del prodotto. In questo modo, sostengono i rappresentanti spagnoli del settore, viene inviato ai consumatori un messaggio fuorviante che può indurre ad un’ingiustificata riduzione dei consumi.
Sponsor

Articoli correlati

Cia-Agricoltori e produttori olio: prezzi stracciati, mercato al tracollo. Gli agricoltori: non ci sono più margini di utile

Maurizio Piccinino

Confagricoltura “Impegno comune con Convase per sementi di qualità”

Francesco Gentile

Valico del Brennero, Confagricoltura richiede lo sblocco dei “corridoi verdi”

Angelica Bianco

Lascia un commento