martedì, 21 Settembre, 2021
Cultura

Galleria degli Uffizi, nuovo traguardo Social per uno dei musei più visitati d’Italia

Anche grazie al traino dell’amatissima e iconica “Nascita di Venere” di Sandro Botticelli gli Uffizi di Firenze superano la soglia dei seicentomila follower su Instagram e si confermano il primo museo italiano per numero di seguaci sulla piattaforma. Impetuosa è stata la crescita delle Gallerie museali fiorentine sul social durante l’anno appena passato: il 2020 ha visto aumentare del +46,7% i follower rispetto all’anno precedente. Un incremento che ha permesso al celebre complesso fiorentino di guadagnare due posizioni nella classifica mondiale dei musei su Instagram: ora occupa la diciannovesima posizione, a breve distanza dal Rijksmuseum (627 followers) e Hermitage (657 followers), superando di recente, nel 2020 gli Uffizi erano al ventunesimo posto, il Getty Museum ed il Palais de Tokyo di Parigi. Il post che ha raccolto più like è quello dedicato alla “Venere” di Botticelli il 5 novembre 2020, giorno in cui è iniziato il secondo lockdown per i musei.

Quello con più commenti (3.855), maggior numero di visualizzazioni (455.900), con maggiori interazioni (49.800), e che ha determinato la maggior acquisizione di nuovi follower (1.111) è stata sempre la ‘Venere’, con Chiara Ferragni, pubblicato il 17 luglio 2020, giorno successivo alla visita in Galleria dell’influencer. La Venere di Botticelli (nelle sue varie declinazioni: per intero, in dettaglio, nella sua collocazione in sala, con ospiti) è in ogni caso sempre tra i post più amati. La vediamo infatti nelle prime 4 posizioni, mentre la quinta è il “Perseo” di Benvenuto Cellini (1 marzo) con 30.300 like: proprio con questa immagine le Gallerie hanno iniziato il racconto della pandemia, invitando il proprio pubblico a seguire la strada dell’eroe greco che combatte il mostro usando la ragione per sconfiggerlo senza lasciarsi prendere dalla paura.

“Instagram, il nostro canale social più internazionale, con oltre il 66% di follower da ogni angolo del mondo si conferma come vera e propria finestra sul mondo per le Gallerie degli Uffizi-ha sottolineato il direttore Eike Schmidt-. Ogni giorno offriamo una immagine della collezione con un testo: talvolta è un brano di letteratura, talvolta proponiamo un dibattito filosofico, talvolta una riflessione storica, sociale o artistica. In questo modo, oltre a promuovere la conoscenza dei nostri tesori, vogliamo ispirare il nostro pubblico a ragionare, a conversare e a vedere il mondo con occhi diversi. E naturalmente ad appassionarsi all’arte e alla cultura”.

Sponsor

Articoli correlati

Maratona di trapianti al Policlinico Bari: 9 reni, 4 fegati ed 1 cuore

Giulia Catone

40% ragazzi (12-16 anni) si imbatte in episodi cyberbullismo

Redazione

Risparmi. Famiglie e imprese: in banca 2mila miliardi

Francesco Gentile

Lascia un commento