domenica, 28 Febbraio, 2021
Società

Crisi religiose e solitudini. La fuga dalla realtà verso l’occulto. Nel labirinto di maghi e cartomanti milioni di persone. Molti ne sono usciti denunciando tutto

Sponsor

Ad inizio di anno è una regola, ed oggi con l’aggravarsi della crisi economica e della pandemia, c’è addirittura il boom, di chiedere alle stelle il proprio futuro. A parte gli innocui e magari simpatici oroscopi e segni zodiacali, c’è un mondo di occulto in continua espansione.

Parliamo di maghi, cartomanti, dei santoni, delle consultazioni on line, per telefono, di tarocchi e altri metodi che servono a carpire fiducia e denaro di persone che in buona fede si avvicinano al mondo oscuro dell’esoterico. Milioni di persone che consultano le stelle, e i fondi di caffè, che prendono consigli e appuntamenti su Facebook per intraprendere la via della rivelazione su affari, amore, fortuna e dispiaceri. Questi ultimi, infatti, non mancano, perché dopo lunghi e tortuosi percorsi si arriva sempre a perdere soldi e tempo. Molte volte anche peggio.

Infatti chi s’incammina fiducioso verso chiromanti, esoteristi, maghe e maghi, rischia di finire dopo questo primo giro inconcludente tra le braccia di qualche setta dove una volta entrati c’è il pericolo di rimanerne coinvolti fino al punto di non ritorno. Lo scorso anno, in questo settore che sfocia in drammi e paure personali, inchieste delle forze dell’ordine e degli uffici giudiziari, sono state presentate 1500 denunce dove si segnalavano reati che vanno dagli inganni, alla mistificazione. C’è di mezzo sempre il raggiro economico, poi la coercizione fisica, tentati abusi sessuali messi in opera dai famosi guaritori. In più sono segnalate le vessazioni economiche che in genere accompagnano quelle fisiche.

Secondo gli ultimi dati il giro d’affari dell’occulto è stimato sugli 8 miliardi l’anno. La cifra più significativa che dà l’idea dell’ampiezza del fenomeno, è quella che ogni giorno più di 30 mila italiani si rivolgono per il telefono ai professionisti della magia e dell’occulto. Le aspettative sono molteplici, dalle più inverosimili come avere dai maghi cure miracolose per malattie e disturbi seri, oppure desideri più semplici come ottenere buone notizie su salute e soldi, e naturalmente sull’amore e fedeltà sentimentale. Il mondo dell’occulto vive e prospera sempre più, gode di una copertura mediatica planetaria contigua, con quel grande mondo che sono le messe in scene da feste come Halloween, – non parliamo di “Dolcetto-Scherzetto”, – ma di tutto ciò che ruota attorno alle finction, come l’incredibile crescita della sottocultura horror, delle milioni di visualizzazioni di scene violente, di atti gratuiti di aggressività, il bailamme mediato trash che oggi si sta affermando come linguaggio, come stile di vita, come nuovi esaltanti timori di massa, che prendono le svariate forme, dagli zombie, alle creature aliene ostili che si nascondono ovunque. Fino alle anonime nebbie dei complottismi che traggono spunti da una realtà dalla quale tutti vogliono evadere. Una fuga che ha un prezzo, come quello di finire in modo irrazionale in storie sempre più complicate e indecifrabili. Un labirinto in cui è facile entrare ma molto difficile uscirne. Malgrado le allerte, gli allarmi e il moltiplicarsi di casi di cronaca con notizie di coercizioni, violenze e abusi il mercato dell’occulto appare sempre più fiorente. A livello più basso che viene considerato un primo gradino, a suo modo e all’apparenza innocuo ci sono i veggenti, gli esoterismi, i cartomanti. Il numero di queste persone è impressionante.

Sono stati calcolati che ci sono almeno 160mila operatori che offrono circa 30 mila consulenze al giorno. Tra le questioni di fondo che spinge una fetta rilevante di persone a fidarsi di ciò che appare tenebroso è la crescente crisi religiosa unita a una solitudine sofferente che spinge a chiedere aldilà cosa accadrà nella vita di tutti i giorni, perché quella quotidiana appare priva di emozioni, senza gioia ed entusiasmo. In questo variegato popolo ci sono anche persone colte che vogliono entrare in una sfera magica, fuori dalla realtà sensibile, carpire segreti che appaiono tali e senza spiegazioni scientifiche, oppure per natura sono attratte dal l’ oscurità, dalla magia della irrealtà e pulsioni incontrollabili. Nel mondo della finzione tenebrosa c’è di tutto, casi che poi diventano fatti di cronaca. Lo dimostra il fatto che molti cittadini vanno dai maghi, molti altri chiedono aiuto per uscirne. Questo dato, forse l’unica notizia, confortante è in aumento. Dopo la delusione la realtà con tutti i suoi limiti appare un mondo comunque migliore e di gran lunga più vivibile, di zombi, streghe e deliri magici.

Sponsor

Articoli correlati

Dpcm-Conte. Le nevrosi al tempo del virus. Manca la religione e si vede

Fabio Torriero

Una Pasqua in solitudine e povertà

Giampiero Catone

La Croce Rossa vicina agli anziani soli

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni