lunedì, 30 Novembre, 2020
Società

Scuola: Tfa sostegno, Anief “atenei riaprono termini iscrizione corsi”

Sponsor

Awelco

“Come richiesto da Anief, in tutti i gradi scolastici ci sono importanti novità sulle domande d’accesso, dopo che il decreto Mi-Mur 90/2020 ha stabilito che le Università dovranno riaprire i bandi per l’ammissione alle prove di accesso al V ciclo Tfa specializzante per un periodo pari almeno a 14 giorni”. Così in una nota l’Anief, l’Associazione nazionale Insegnanti e Formatori. “Il sindacato – prosegue la nota -, a seguito del parere espresso del proprio ufficio legale ha aperto i termini per far partecipare tutti gli esclusi dalle prove d’accesso, fissate tra la fine settembre e il primo ottobre, in determinate condizioni che si possono consultare al seguente link.

È ancora possibile prepararsi con attenzione alle prove di accesso attraverso Eurosofia, con la modalità a distanza e con pochi clic”. A seguito dell’atto interministeriale richiesto più volte dal presidente Anief per recepire le novità introdotte dalla legge 6 giugno 2020 n. 41, “a partire dall’ammissione alle prove per l’accesso ai corsi di specializzazione dei docenti che hanno prestato servizio su sostegno nello specifico grado per almeno tre anni anche non consecutivi, la stampa riporta che alcuni atenei hanno già riaperto i termini per le iscrizioni dopo la pubblicazione del Decreto n. 90 del 7 agosto 2020. Altre avevano già scadenza a settembre, altre dovranno fornire indicazioni nei prossimi giorni”.

L’Ufficio legale di Anief ritiene “che dovrà essere ammesso alla prova scritta il candidato che otterrà la sufficienza al termine della prova preselettiva o comunque rientrerà nel novero dei posti aggiuntivi richiesti rispetto a quelli banditi e se ha comunque tre anni di servizio. Chi ha invece tre anni di servizio su posti di sostegno, anche non consecutivi, nello specifico grado per cui vogliano conseguire la specializzazione, dovrebbe comunque poter frequentare il corso indipendentemente dall’esito delle prove”. Il giovane sindacato rimane poi in attesa dell’esito del ricorso sulla contestazione del numero dei 20 mila posti banditi non in base alle effettive esigenze ma all’offerta formativa degli Atenei. Aperto infine il ricorso per l’accesso diretto agli scritti a tutti i docenti con tre anni di servizio, anche se prestati tutti o in parte su posto comune o classe di concorso. È possibile aderire gratuitamente a tutti e tre i ricorsi fino al 5 ottobre sul Portale Anief. “I docenti abilitati all’insegnamento che hanno intenzione di specializzarsi anche sul sostegno agli studenti disabili hanno l’occasione per candidarsi. Gli atenei hanno infatti aperto la “finestra” per le richieste di accesso. La rivista Orizzonte Scuola ha prodotto anche una serie di FAQ sui tanti dubbi da dirimere, sempre a proposito dell’accesso al V TFA specializzante nel sostegno agli alunni con disabilità. Viene spiegato, ad esempio che l’apertura del bando è obbligatoria, proprio in virtù del decreto MI-MUR 90/2020″. (Italpress)

Articoli correlati

Scuola e lavoro: servono giovani preparati, senza di loro danni incalcolabili per l’economia

Angelica Bianco

Dispersione scolastica, servono procedure più rapide

Carmine Alboretti

Un’idea di sQuola

Luca Sabia

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni