giovedì, 22 Ottobre, 2020
Sanità

Coronavirus: mascherine, Arcuri “Commissario non deve rifornire farmacisti”

Sponsor

“Non è il commissario che deve rifornire i farmacisti. Il commissario rifornisce regolarmente regioni, sanità, servizi pubblici essenziali. E dal 4 maggio anche i trasporti pubblici locali e le RSA, pubbliche e private.

A titolo ovviamente gratuito. Le farmacie non hanno le mascherine purche’ le loro due società di distribuzione hanno dichiarato il falso non avendo nei magazzini i 12 milioni di mascherine che sostenevano di avere”.

Lo dice il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, Domenico Arcuri.

“Il prezzo massimo è stato fissato nell’esclusivo interesse dei cittadini, anche per evitare che chi oggi afferma di non avere mascherine e di aver bisogno delle forniture del Commissario, fino a qualche settimana le aveva e le faceva pagare ben di più ai cittadini”, aggiunge. “L’unica ‘colpa’ del commissario è quella di non aver voluto ”sanare” mascherine prive di autorizzazioni che gli attori della distribuzione avrebbero voluto mettere in commercio con la copertura della struttura commissariale”.

“Non è vero che i farmacisti ci avrebbero rimesso o ci starebbero rimettendo perché ai distributori è stato garantito un rimborso per le mascherine acquistate prima della definizione del prezzo a 0,50 centesimi, più IVA. L’unica evidente verità è che non essendo in grado di approvvigionarsi delle mascherine, provano a scaricare sul Commissario, o peggio sul prezzo, le loro responsabilità”, sottolinea.

“Le uniche mascherine che hanno messo in vendita, per 3 milioni, sono state fornite loro dal Commissario. Sempre più negozi della grande distribuzione vendono le mascherine a 0,50 centesimi, più IVA.

Il Commissario si è impegnato nell’accordo sottoscritto “ad integrare le forniture di farmacie e parafarmacie, per quanto possibile nell’ambito del complessivo processo di distribuzione”. (Italpress)

Articoli correlati

Coronavirus: Unimpresa, in tre mesi a rischio 45 miliardi di Pil

Redazione

Imprese, Confindustria: ecco i dati dei danni subiti per il virus. Il questionario: ristorazione, hotel e trasporti, attività azzerate

Maurizio Piccinino

Covid, parla Tarro: “Virus non circola più. Godete l’estate e no panico per l’autunno”

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni