lunedì, 17 Giugno, 2024
Economia

Ferie archiviate, inizia il rally dei pagamenti fiscali

Entro agosto da onorare 140 adempimenti. Il 31 scatta la nuova tax day

Ferie quasi archiviate inizia per i cittadini contribuenti il rally dei pagamenti fiscali. È infatti terminata la “tregua” estiva – di appena tre settimane – dei versamenti mentre sono già arrivati in scadenza oltre 140 adempimenti. Lo ricorda l’Agenzia delle Entrate che indica tutti gli impegni da portare a buon fine. La prossima tornata  ci sarà 31 agosto con il nuovo  tax day.

Iva registrazione corrispettivi

I commercianti al minuto e assimilati, nonché gli operatori della grande distribuzione che già possono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di luglio per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

Iva, fatturazione differita

I contribuenti Iva devono provvedere all’emissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di luglio, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti. Le fatture devono contenere la data e il numero dei documenti cui si riferiscono. Per tutte le cessioni effettuate nel mese precedente nei confronti degli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura riepilogativa.

Contribuenti Iva

I contribuenti Iva devono provvedere al versamento della sesta rata dell’Iva relativa al 2022 risultante dalla dichiarazione annuale, con la maggiorazione dello 1,65% mensile a titolo di interesse corrispettivo.

Intrattenimenti d’imposta

I soggetti che esercitano attività di intrattenimento devono versare l’imposta relativa alle attività svolte con carattere di continuità nel mese di luglio.

Dichiarazioni Ires – versamenti

I soggetti Ires tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalla dichiarazione dei redditi, con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare e approvazione del bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, che hanno scelto il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 30 giugno 2023, devono versare la terza rata delle imposte risultanti dai modelli Redditi Sc 2023, Redditi Enc 2023 e Irap 2023. Si tratta invece della seconda rata per coloro che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 31 luglio 2023 e per coloro che hanno scelto il pagamento rateale avvalendosi della proroga prevista dal Dl 51/2023 e hanno effettuato il primo versamento entro il 31 luglio.

Persone fisiche pagamenti

Le persone fisiche, titolari di partita Iva, nonché le società di persone ed enti equiparati che hanno scelto il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 30 giugno 2023, devono versare la terza rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali delle persone fisiche e delle società di persone (Modelli Redditi Pf 2023, Redditi Sp 2023 e Irap 2023). Si tratta invece della seconda rata per i contribuenti, titolari di partita Iva che hanno scelto il pagamento rateale e hanno effettuato il primo versamento entro il 20 luglio 2023, avvalendosi della proroga prevista dal Dl 51/2023. Gli stessi contribuenti, titolari di partita Iva che hanno effettuato il primo pagamento il 31 luglio 2023, devono provvedere al versamento della seconda rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali.

Locazioni brevi versamenti

I soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e quelli che gestiscono portali telematici mettendo in contatto persone in ricerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare devono versare la ritenuta del 21% operata sui canoni o corrispettivi incassati o pagati nel mese di luglio relativi a contratti di locazione breve.

Sostituti d’imposta produttività

I sostituti d’imposta devono versare l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali, nella misura del 10%, sulle somme erogate, nel mese di luglio, ai dipendenti del settore privato in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

Sostituti d’imposta versamenti

I sostituti d’imposta devono versare le ritenute operate nel mese di luglio sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi.

Conguagli assistenza fiscale

I sostituti d’imposta che effettuano le operazioni di conguaglio relative all’assistenza fiscale devono effettuare il versamento delle somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti o sulle rate di pensione corrisposte nel mese di luglio.

Tobin tax versamenti

Banche, società fiduciarie, imprese di investimento abilitate all’esercizio professionale nei confronti degli utenti dei servizi e delle attività di investimento e gli altri soggetti comunque denominati che intervengono nell’esecuzione di transazioni finanziarie, compresi gli intermediari non residenti nel territorio dello Stato, nonché i notai che intervengono nella formazione o nell’autentica di atti relativi alle medesime operazioni devono versare la “Tobin Tax” relativa ai trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi, nonché di titoli rappresentativi dei predetti strumenti effettuati nel mese di luglio.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

La guerra informatica che viene dal freddo, e non solo

Dan Hoffman* e Shawnee Delaney*

Polizia postale e Luxottica insieme contro attacchi hacker

Paolo Fruncillo

Sicurezza UE: dal CESE via libera alla proposta della Commissione

Alessandro Alongi

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.