domenica, 26 Maggio, 2024
Esteri

Russia, aereo abbattuto. “A bordo c’era Prigozhin”

Otto cadaveri tutti gravemente ustionati e mutilati. Tra questi il generale Yevgeny Prigozhin che, secondo i canali di informazione russi, era a bordo di un aereo privato con 10 persone a bordo (tra i rottami dell’aereo sono stati trovati solo otto corpi) che si è schiantato nella regione di Tver, in Russia. Nessun superstite per i servizi di emergenza e, secondo quanto ha reso noto il ministero per le situazioni di emergenza russo, “c’erano dieci persone a bordo, di cui tre membri dell’equipaggio. I parenti di Evgenij Prigozhin starebbero cercando senza successo di contattarlo”.

Corpi mutilati e ustionati

Sulla scena del disastro aereo sono stati trovati otto cadaveri, hanno riferito i primi soccorritori, tutti gravemente ustionati. Il canale Telegram “Baza”, indicato come vicino ai servizi segreti russi, ha riferito che l’identificazione delle otto persone appare impossibile. “Probabilmente sarà necessario il test del Dna per stabilirne l’identità”, sempre secondo il sito “Baza”, tra i particolari raccapriccianti a una delle vittime è stata trovata la testa staccata dal corpo, mentre a un’altra il volto risulta quasi del tutto irriconoscibile.

Passeggeri tutti morti

Dopo il susseguirsi delle prime informazioni concitate a fare il punto sono state le autorità russe che hanno confermato che “tutte le persone a bordo sono morte”. Il centro di sicurezza Rosaviatsia ha annunciato di aver aperto un’indagine sullo schianto del velivolo.

L’aereo di Prigozhin

Secondo il canale Telegram Grey Zone, vicino al gruppo paramilitare russo Wagner, il jet Embraer Legacy 600 con numero di registrazione RA-02795, che apparteneva a Prigozhin,  “è stato abbattuto dal fuoco della difesa aerea del ministero della Difesa” di Mosca.
Il velivolo apparteneva alla società Mnt Aero, specializzata nel noleggio di velivoli a uso privato. Una commissione d’inchiesta ha avviato un’indagine per stabilire le cause dell’incidente.

Abbattuto dai russi

Secondo fonti dei servizi d’emergenza citati dall’agenzia Ria Novosti il jet era di proprietà del generale russo.
“Nell’aereo precipitato nella regione di Tver, in Russia, Evgeny Prigozhin era elencato tra i passeggeri”, riferisce Rosaviatsia, l’agenzia federale del trasporto aereo russo, citato dai media russi. Grey Zone, sottolinea le cause dell’incidente e lancia una sua ipotesi. “Abbattuto dalle forze russe”. I filorussi infine ieri sera hanno sottolineato di essere certi della morte di Yevgeny Prigozhin,
‘Il generale e il suo braccio destro sono morti”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Guerra in Ucraina. Coldiretti: gli effetti colpiscono l’agricoltura, le giovani imprese penalizzate dai rincari

Marco Santarelli

Istat: la produzione industriale tiene ma l’economia resta debole

Ettore Di Bartolomeo

Le vignette di Alex

Alex Di Gregorio

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.