giovedì, 29 Febbraio, 2024
Società

Pnrr: 1,5mld per borse di studio e ristorazione universitaria

Una spesa annua che con il PNRR passerà da 1,2 miliardi di euro nel 2022 a circa 1,5 miliardi di euro l’anno prossimo per agevolare gli studenti “meritevoli e bisognosi” frequentanti università, accademie di belle arti e conservatori di musica in tutto il Paese, al fine di concedere 220 mila borse di studio, 40 mila posti letto e  ristorazione universitaria, gestiti da 37 organismi per il diritto allo studio aderenti ad ANDISU, l’associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario.   Su questi temi, ma soprattutto sul tema dell’housing universitario, per cui la riforma della legislazione nazionale, con 600 milioni di euro, mira a triplicare i posti letto disponibili per gli studenti fuori sede, portandoli entro il 2026 a più di 100 mila, si svolgeranno in Friuli-Venezia Giulia, domani, i lavori del Consiglio nazionale ANDISU, presieduto da Alessio Pontillo. Presso la Sala Multimediale Tiziano Tessitori, in piazza Guglielmo Oberdan 5, a Trieste, l’inizio è fissato per le ore 10.30, con il collegamento tra Assemblea CRUI (la Conferenza dei rettori) e Consiglio nazionale ANDISU. Si prosegue con la presenza in “Sala Tessori” di diverse personalità politiche, nonché tecnici del settore: il presidente della Conferenza delle Regioni, governatore della Regione FVG, Massimiliano Fedriga; la presidente del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU), Alessia Conti; il dirigente dell’ufficio VI della direzione generale degli Ordinamenti della formazione superiore e del diritto allo studio del ministero dell’Università, Enrico Montaperto.   Durante la mattinata, gli interventi di Alessia Rosolen, assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia della Regione Friuli-Venezia Giulia, su “DSU in Friuli Venezia Giulia e la rete di buone pratiche ANDISU”; Francesco Svelto, delegato della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e rettore dell’Università di Pavia, su “Sinergia tra CRUI e ANDISU”; Giuseppe Catalano, docente Università La Sapienza-Roma, su “Evoluzione e prospettive della legge 338”; Antonio Di Donato, direttore generale Unità di Missione per l’Attuazione degli interventi del PNRR del MUR, su “PNRR e residenzialità studentesca: aspetti tecnici iniziative MUR”; Elena Atzeni, Integration Associate per UNHCR, su “Manifesto per l’Università inclusiva UNHCR”.   “Ci vediamo a Trieste, con uno sguardo all’Est Europa che vorremmo al più presto vedere in pace per fare il punto in particolare sulla realizzazione di nuove strutture di edilizia universitaria, grazie ai fondi PNRR del MUR, impegnati in prima linea per la riduzione del divario sociale e la promozione del diritto allo studio in Italia”, sottolinea il presidente di ANDISU, Alessio Pontillo.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Crédit Agricole Italia- FEduF: al via progetto di educazione finanziaria nelle scuole

Federico Tremarco

Cia-Agricoltori. Patto per la formazione: promuovere cultura scientifica e tecnologica

Leonzia Gaina

Pil, per Bankitalia verso +4% ma rischi da pandemia e attuazione Pnrr

Romeo De Angelis

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.