lunedì, 17 Febbraio, 2020
Articoli del Giorno Attualità

Gli adolescenti sognano le stesse professioni di 20 anni fa

Gli enormi cambiamenti nel mondo del lavoro negli ultimi due decenni hanno avuto un impatto limitato sulle aspettative di carriera degli adolescenti, che sono diventate più concentrate in meno occupazioni, secondo un nuovo rapporto dell’OCSE. Le aspirazioni di carriera degli adolescenti e il futuro del lavoro dicono che il 47% dei ragazzi e il 53% delle ragazze intervistati in 41 paesi si aspettano di lavorare in uno dei soli 10 lavori popolari entro i 30 anni. Le cifre, basate sull’ultimo sondaggio PISA dei quindicenni, rivelano un restringimento delle aspettative poiché queste quote sono aumentate di otto punti percentuali per i ragazzi e di quattro punti percentuali per le ragazze dall’indagine PISA del 2000.

Il rapporto afferma che il restringimento delle scelte di lavoro è guidato dai giovani provenienti da contesti più svantaggiati e da coloro che sono risultati più deboli nei test PISA in lettura, matematica e scienze.

Le occupazioni tradizionali del 20° e persino del 19° secolo come medici, insegnanti, veterinari, dirigenti d’azienda, ingegneri e agenti di polizia continuano a catturare l’immaginazione dei giovani come hanno fatto quasi 20 anni fa, prima dell’era dei social media e dell’accelerazione delle tecnologie come l’intelligenza artificiale sul posto di lavoro.

Parlando al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, dove i risultati sono stati discussi da educatori, imprenditori, insegnanti e studenti scolastici, il direttore dell’istruzione dell’OCSE Andreas Schleicher ha dichiarato: “È preoccupante che più giovani di prima sembri scegliere lavoro da sogno da un piccolo elenco delle professioni più popolari e tradizionali, come insegnanti, avvocati o dirigenti d’azienda. I sondaggi mostrano che troppi adolescenti stanno ignorando o non sono a conoscenza di nuovi tipi di lavori che stanno emergendo, in particolare a causa della digitalizzazione”.

Il rapporto trova una più ampia gamma di aspirazioni di carriera nei paesi con una formazione professionale forte e consolidata per gli adolescenti.

In Germania e Svizzera, ad esempio, meno di quattro giovani su dieci esprimono interesse per soli 10 posti di lavoro. In Indonesia, d’altra parte, il 52% delle ragazze e il 42% dei ragazzi anticipano una delle sole tre carriere: imprenditori, insegnanti e, tra ragazze, medici o, tra ragazzi, forze armate.

Gli adolescenti tedeschi mostrano una gamma molto più ampia di interessi professionali, che riflettono meglio i modelli attuali della domanda del mercato del lavoro. Il genere continua a esercitare una forte influenza. Tra gli studenti che ottengono un punteggio elevato nei test PISA, sono soprattutto i ragazzi che si aspettano più spesso di lavorare in scienze e ingegneria.

I dati mostrano anche che i risultati migliori non mirano sempre al loro potenziale. I giovani con prestazioni elevate provenienti da contesti più svantaggiati hanno, in media, quattro volte meno probabilità di aspirare ambiziosi rispetto a quelli con punteggi PISA elevati provenienti dai contesti sociali più privilegiati.

Il rapporto sottolinea inoltre il frequente disallineamento delle aspirazioni di carriera dei giovani rispetto all’istruzione e alle qualifiche richieste per raggiungerli. La relazione sottolinea l’importanza dei contesti sociali e familiari nelle scelte e aspirazioni di carriera dei giovani, nonché la necessità di segnali chiari delle esigenze del mercato del lavoro. (Italpress)

Related posts

Fisco e lavoro

Daniele Giangiulli

Adolescenti, alcol, gioco e divano

Maurizio Piccinino

Disturbi mentali per 10-20% degli adolescenti nel mondo

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni