sabato, 2 Marzo, 2024
Esteri

Biden vieta TikTok? Agli utenti non importa

La loro app preferita potrebbe essere bandita, ma invece di farsi prendere dal panico, la maggior parte degli utenti di TikTok è rimasta impassibile.

L’amministrazione Biden sta minacciando di vietare il popolare social negli Stati Uniti se i proprietari cinesi dell’app si rifiutassero di vendere le loro quote. Il popolo del web, tuttavia, non sta prendendo sul serio la minaccia presidenziale. La risposta online sembra essere meno severa rispetto a quando l’allora presidente Donald Trump e la sua amministrazione lanciarono un divieto.

“La stessa cosa è successa qualche tempo fa – ha detto Haley Kowtko, 19 anni, della California, tramite un messaggio di testo – Pochi ne parlano”.

Questo non vuol dire che non ci sia una reazione. L’hashtag #DontBanTikTok ha avuto più di 93,2 milioni di visualizzazioni, con alcuni video risalenti al 2020 e altri caricati questa settimana in seguito alle segnalazioni sulla mossa dell’amministrazione Biden . Un portavoce di TikTok ha confermato venerdì che una manciata di creatori sta pianificando una protesta a Washington, DC, sperando di far arrivare le loro preoccupazioni alla Casa Bianca. Ma l’attuale sentimento tra gli utenti è in netto contrasto con il precedente divieto proposto dall’amministrazione Trump. A quel tempo, un follower ha affermato di “non aver mai visto così tante persone parlare di una cosa sull’app per così tanto tempo”.

Jacqueline Metzger, 17 anni, ha dichiarato di essere rimasta “un po’ sorpresa” quando ha saputo del potenziale divieto. Ma ha detto che la perdita di TikTok probabilmente lascerebbe il posto a un’altra nuova piattaforma o renderebbe più popolare una piattaforma esistente, proprio come TikTok ha riempito il vuoto lasciato dall’ex app video di breve durata Vine.

“Se TikTok viene bandito, qualcuno troverà un’alternativa. Ci sono già così tante alternative a TikTok, come i cortometraggi di YouTube e le bobine di Instagram – ha affermato Metzger – È ovunque, quindi non sono troppo preoccupato per questo.”

“Non vedo che ciò accadrà presto o nell’orizzonte a breve termine – ha dichiarato Mae Karwowski, fondatrice e CEO di agenzia di influencer marketing – Ovviamente i creatori dal 2020 sono stati davvero esperti nell’essere su più piattaforme e realizzare video in formato breve in più luoghi diversi”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Biden: Trump responsabile dell’attacco al Congresso. Un’America divisa rischio per il mondo libero

Giuseppe Mazzei

La ripresa sarà green tra i sorrisi della finanza

Diletta Gurioli

Il centro che manca a destra e a sinistra sbilancia e rende fragili le future coalizioni

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.