martedì, 23 Luglio, 2024
Esteri

Usa. Fondi confiscati a un oligarca russo aiuteranno l’Ucraina

Il Procuratore Generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha annunciato che i beni confiscati a un oligarca russo sanzionato andranno ad aiutare l’Ucraina. Lo ha detto durante l’incontro avuto con il procuratore generale dell’Ucraina Andriy Kostin presso il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti.

“Oggi annuncio di aver autorizzato il primo trasferimento in assoluto di beni russi sequestrati per l’uso in Ucraina. Questi beni sequestrati arrivano dopo che ho annunciato lo scorso aprile l’incriminazione dell’oligarca russo Konstantin Malofeev con l’accusa di sanzioni per evasione”, ha detto Garland. A giugno, il Dipartimento del Tesoro statunitense aveva comunicato che erano stati sequestrati fondi da un conto bancario statunitense di Malofeev, sanzionato dagli Stati Uniti ad aprile “per aver agito o preteso di agire, direttamente o indirettamente, nell’interesse o per conto” del governo russo.

“Con la mia autorizzazione di oggi, i fondi confiscati saranno trasferiti al Dipartimento di Stato per sostenere il popolo ucraino. I criminali di guerra russi non troveranno rifugio negli Stati Uniti”, ha aggiunto il procuratore generale.

Giovedì è stato riferito che un giudice distrettuale del tribunale federale di Manhattan ha consentito ai pubblici ministeri di sequestrare 5,4 milioni di dollari appartenenti a Malofeev. Malofeev, che è il proprietario di Tsargrad TV, è stato accusato di finanziare il separatismo in Crimea ed è stato oggetto di sanzioni statunitensi nel 2014. Otto anni dopo, l’ufficio del procuratore americano lo ha accusato di eludere le sanzioni.

Alla fine del 2022, i pubblici ministeri hanno affermato in tribunale di avere il diritto di sequestrare il denaro presente nel conto di Malofeev presso la Sunflower Bank a Denver perché l’oligarca aveva tentato di trasferire tale somma a un partner commerciale in violazione delle sanzioni statunitensi.

Oggi, a parte gli USA, solo il Canada tra gli alleati dell’Ucraina ha adottato un meccanismo di confisca dei beni russi a favore dell’Ucraina. A giugno sono stati adottati emendamenti alla legge sulle misure economiche speciali, che hanno reso possibile la confisca e l’utilizzo di beni russi per aiutare l’Ucraina.

Inoltre, l’Estonia prevede di introdurre un quadro giuridico per la confisca dei beni russi, allo scopo di trasferire all’Ucraina i fondi congelati in base alle sanzioni dell’Unione europea.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il Segretario alla Difesa Usa Lloyd Austin in terapia intensiva: il Pentagono informa la Casa Bianca tre giorni dopo

Marco Santarelli

Detenzione familiare per i migranti: la linea dura dell’amministrazione

Leonzia Gaina

L’amministrazione Biden fa causa per bloccare la fusione dei supermercati Kroger-Albertson

Marco Santarelli

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.