giovedì, 30 Maggio, 2024
Europa

Nel 2022 record di profughi nella Ue

Nei primi nove mesi di quest’anno sono stati rilevati quasi 228.240 ingressi irregolari alle frontiere esterne della Unione europea. Il dato rappresenta un aumento del 70% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso ed è il totale più alto registrato dal 2016. È quanto rende noto Frontex, l’agenzia europea di frontiera, sottolineando come le rotte dei Balcani Occidentali e del Mediterraneo Centrale sono le più battute. Nel Mediterraneo Centrale la pressione rimane alta, con arrivi giornalieri che mettono a dura prova le capacità di accoglienza in Italia.

Frontex supporta le autorità italiane con agenti per la registrazione e l’identificazione degli arrivi. A settembre sono stati registrati circa 7200 attraversamenti irregolari su questa rotta, un numero leggermente superiore (5%) rispetto al 2021″, spiega Frontex. Per quanto riguarda i Balcani Occidentali, si tratta “della “rotta migratoria più attiva verso l’Ue, con 19.160 rilevamenti a settembre, il doppio rispetto a un anno fa. L’elevato numero di attraversamenti illegali delle frontiere può essere attribuito ai ripetuti tentativi di attraversamento da parte di migranti già presenti nei Balcani occidentali”, sottolinea l’agenzia europea.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Dall’Ue nuove sanzioni alla Russia, 160 persone in black list

Redazione

L’Europa resti un modello di equilibrio e pace

Giampiero Catone

Von der Leyen: il bilancio UE va rivisto alla luce delle attuali sfide

Francesco Gentile

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.