martedì, 23 Luglio, 2024
Europa

Al via le giornate europee del patrimonio

Le Giornate europee del patrimonio, iniziativa condotta congiuntamente fin dal 1999 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea, sono un insieme di eventi culturali partecipativi tra i più celebrati e seguiti in Europa. L’evento sarà incentrato sul ruolo attivo delle comunità europee nella costruzione di un futuro più sostenibile e resiliente per il patrimonio. Quest’anno saranno organizzati circa 50.000 eventi finalizzati al riconoscimento del valore di tale patrimonio comune europeo e della necessità di conservarlo per le generazioni presenti e future.

Un’ampia gamma di attività culturali (mostre, workshop, rappresentazioni, visite guidate) destinate a promuovere un patrimonio culturale sostenibile, nel rispetto della vita selvatica e della biodiversità, si svolgeranno nelle prossime settimane in tutta Europa. “Lo sviluppo sostenibile è una delle priorità del Consiglio d’Europa. La nostra Organizzazione ha contribuito a creare un quadro giuridico comune in Europa per la diversità, la gestione del paesaggio e la pianificazione territoriale. Accolgo pertanto con favore il tema del patrimonio sostenibile scelto per le Giornate europee del patrimonio 2022, che costituisce un’eccellente opportunità per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di lottare contro il degrado ambientale e i cambiamenti climatici, sviluppando una cultura della sostenibilità per proteggere la diversità culturale”, ha affermato Marija Pejcinovic Buric, Segretaria generale del Consiglio d’Europa.

Vista l’importanza rivestita dagli edifici storici nel preservare le identità locali, gli eventi di quest’anno si concentreranno su come tutelare il patrimonio, conservando e restaurando gli edifici storici grazie all’utilizzo di tecniche, competenze e materiali tradizionali nel contesto di uno sviluppo urbano socialmente e ambientalmente sostenibile.

“Quest’anno celebriamo il patrimonio nell’ottica della sostenibilità, tema che non potrebbe essere più pertinente dopo i chiari e drammatici segnali del cambiamento climatico registrati nel nostro continente durante l’estate. Le Giornate europee del patrimonio rappresentano quindi una grande opportunità per sensibilizzare le persone sui rischi ambientali che incombono sul nostro patrimonio comune e per intraprendere azioni sostenibili e responsabili al fine di preservarlo. Non solo per noi stessi e per difendere le nostre identità culturali, ma anche per avere la certezza di lasciare un’eredità alle generazioni future”, ha dichiarato Mariya Gabriel, Commissaria europea per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport.

Lanciate in Francia dal Consiglio d’Europa nel 1985 e organizzate dal 1999 come iniziativa congiunta della Commissione europea e del Consiglio d’Europa, le Giornate europee del patrimonio hanno condotto molti cittadini alla scoperta di risorse culturali attraverso eventi tematici, nonché permesso di far emergere storie di persone e luoghi che hanno contribuito a plasmare la cultura e il patrimonio dell’Europa. L’obiettivo è quello di approfondire la comprensione del passato comune dell’Europa, favorire l’apprezzamento dei valori tradizionali e ispirare nuove pratiche per educare al patrimonio e garantire la sua conservazione.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Coldiretti e Filiera Italia. Prandini: a Bruxelles per tutelare il Made in Italy. Scordamaglia: attenti ad un import insicuro

Ettore Di Bartolomeo

Mattarella: “Il cinema italiano è patrimonio di tutti”

Angelica Bianco

Ue e Uefa insieme per promuovere i valori europei

Lorenzo Romeo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.