sabato, 28 Novembre, 2020
Politica

Ciak, Azione …e adesso spogliati PD

Sponsor

Awelco

Si chiama Azione il partito che vuole fare Carlo Calenda. Il nuovo partito prevede la possibilità di avere doppia tessera, non deve essere un partitino qualunque e non vuole la cancellazione dello scudo penale ILVA. Si rifà alla democrazia liberal-progressista e il manifesto dice anche che “nessuna maledizione ci condanna a dover scegliere tra i disastri dei populisti e quelli dei sovranisti”.

Sarà l’ex esponente di un passato non troppo lontano governo che ci salverà col suo nuovo Partito? 

Chissà se l’Italia aveva proprio bisogno di un nuovo Partito con idee …innovative e, soprattutto, che si distinguesse da un PD che si sta a poco poco “denudando” e andando verso il nudismo di una nuova sede romana.

Sono le ospitate televisive a fare di un politico, un Presidente di partito? Anche la Irene Pivetti ha fondato Italia Madre, non so se lo sapevate. E anche lei qualche ospitata televisiva la sta gratificando. L’onorevole Mara Carfagna, per fortuna, ha rinunciato, ma anche lei stava per fondare un nuovo partito fuori Forza Italia, per andare alle elezioni regionali. Antonio Tajani, invece, sta bene come sta, perché è rimasto l’unico a poter ereditare i fans di Berlusconi.   

Vi state chiedendo se Di Battista ha in mente di fondare un nuovo partito? Non gli conviene perché il Movimento, in questo momento, è veramente in movimento. Chissà se Luigi Di Maio seguirà la sentenza Rousseau in merito alla partecipazione dei 5 Stelle alle prossime regionali. 

Speranza ha aperto, con tanta speranza il suo partito, però di ingressi non ne stiamo vedendo. Forse tornerà a coprire un PD infreddolito e ormai quasi senza Mise, accidenti scusate, volevo scrivere mise. 

Dai, fatevene una regione, presto l’avvocato Giuseppe Conte ci presenterà il suo movimento euro-centrista e troverà i suoi alleati per una proposta di governo, proprio nel giardino dei nuovi movimenti e partitini.

Renzi li ha anticipati tutti. Bella volata Matteo Renzi, si trova in pole position, senza neppure troppi sforzi. E ne troverà di fuggiaschi Renzi. Sta già facendo campagna Presidente della Repubblica. 

Lo scatto, però, lo vedremo al momento della riforma elettorale che Franceschini, sembra, nel silenzio, con un unico articolo, sta già preparando e che dovrebbe arrivare per tempo, prima che si possano maturare i tempi relativi al taglio dei parlamentari.

Lega e Fratelli d’Italia? Partiti senza correnti e senza delta in prossimità dell’arrivo al mare … delle prossime elezioni politiche. Infatti sono al sicuro da dissensi interni, tali da far venir voglia di creare un nuovo soggetto politico.

Articoli correlati

Economia, il gelo d’Autunno

Maurizio Piccinino

Berlusconi, Porro, Esposito

Gianfranco Rotondi

Governo Conte, falla al Centro

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni