giovedì, 18 Agosto, 2022
Emozioni dal Cielo

Il Cielo di Maggio

Il profumato mese di maggio ci conduce a grandi passi verso il trionfo del Sole, che il prossimo giugno varcherà la soglia del solstizio d’estate. Nel mentre, diventa sempre più gradevole indugiare alla sera in compagnia delle stelle.

Intorno alle ore 22:00, leviamo alto lo sguardo verso il centro del cielo, allo zenit: nei suoi paraggi troviamo una figura che i nostri lettori ormai conoscono bene, il Grande Carro, parte della vasta costellazione dell’Orsa Maggiore. Da un punto di vista culturale, esso caratterizza profondamente il cielo del nostro emisfero, rappresentando inoltre un fondamentale riferimento per orientarsi. 

Clicca QUI per scaricare la mappa di Maggio

Seguendo proprio i suoi due astri più brillanti, Merak e Dubhe, rintracciamo la bussola della notte, ovvero la Stella Polare. Essa brilla nel Piccolo Carro, parte dell’Orsa Minore, di cui rappresenta la stella alfa, la più luminosa. Tutti ne conoscono il nome, ovvero il ruolo: in questo periodo storico, del tutto casualmente, essa si trova nei pressi del punto dove il prolungamento ideale dell’asse di rotazione della Terra “tocca” la sfera celeste, dalla parte dell’emisfero boreale. Quel punto è chiamato “Polo Nord Celeste” e la sua proiezione a terra costituisce il primo dei punti cardinali. Da esso, deriviamo gli altri: con la Stella Polare (il nord) alle nostre spalle, abbiamo il sud dinanzi a noi, l’ovest a destra e l’est a sinistra.

La Stella Polare è talmente celebre che in tanti la immaginano molto brillante. Al contrario, essa è un astro del tutto anonimo quanto a splendore e rintracciarla nei luminosi cieli delle città può non essere immediato. Un telescopio svelerebbe che si tratta in realtà di un sistema composto da tre astri.

Poc’anzi abbiamo sottolineato che la stella alfa dell’Orsa Minore indica il nord in questo periodo storico. Vale la pena sottolinearlo: quello di stella polare è un ruolo che vari astri assumono nel corso dei millenni per via di un noto fenomeno astronomico, la Precessione degli Equinozi, in conseguenza del quale il Polo Nord Celeste descrive nel cielo un ampio cerchio, trovandosi di volta in volta più o meno vicino alla stella polare di turno. Prima di quella attuale, il ruolo di astro del nord era svolto da Kochab, la beta dell’Orsa Minore. Ancora, l’attuale Polare sarà apparentemente più vicina al Polo Nord Celeste (dunque al meglio del suo ruolo) intorno al 2100, quando sarà a circa mezzo grado (il diametro angolare del disco lunare) da esso.

Clicca QUI per scaricare la mappa (Orsa Maggiore – Orsa Minore)

Anticamente, la costellazione dell’Orsa Minore era chiamata Cynosura, dal greco “Coda del Cane” e la stella alfa veniva spesso indicata con lo stesso nome. Secondo alcuni miti, la costellazione celebrerebbe Arcade, figlio di Zeus e Callisto, trasferito in cielo per evitare che il giovane, abile cacciatore, uccidesse involontariamente sua madre, trasformata da Era in un’Orsa (anch’essa nel firmamento come Orsa Maggiore).

Chi lo avrebbe mai detto che una singola stella potesse avere così tanto da raccontare?

Passando ai pianeti, questi si sono dati appuntamento quasi tutti nel cielo del mattino. In effetti, prima del sorgere del Sole, è possibile osservare un prezioso allineamento che coinvolge – a partire da quello più basso e brillante – Venere, Giove, Marte e Saturno. Una parata da ammirare ad occhio nudo. Il 27 maggio, poi, ci sarà una bellissima congiunzione proprio tra Venere e una sottilissima falce di Luna, assolutamente da non perdere.

Quanto alla Luna, essa sarà al primo quarto il giorno 9 maggio, piena il 16, all’ultimo quarto il 22 maggio e nuova il 30. Proprio il 16 maggio, di buon mattino, sarà possibile ammirare una preziosa eclissi totale di Luna. Dall’Italia, potremo seguirne tutta la prima parte, fino a poco dopo l’inizio della totalità, quando la Luna tramonterà. Limitandoci proprio alla fase meglio visibile, il nostro satellite entrerà nel cono d’ombra della Terra alle ore 04:28, mentre la totalità inizierà alle ore 05:29. Venti minuti più tardi, all’incirca, la Luna tramonterà, prima di raggiungere il culmine dell’eclissi.

Chi vuole, trova qui una guida completa al fenomeno: https://bit.ly/3y55m4P

Buona passeggiata tra le stelle.

Sponsor

Articoli correlati

“La Russia contro il mondo e l’Ucraina per tutto il mondo”

Cristina Calzecchi Onesti

La concorrenza pilastro sociale non solo economico

Costanza Scozzafava

Vendite in calo. Italiani a dieta forzata

Cristina Calzecchi Onesti

Lascia un commento