mercoledì, 24 Luglio, 2024
Europa

Von der Leyen “L’economia italiana cresce più in fretta che mai”

“L’economia italiana sta crescendo più in fretta che in qualunque altro momento dall’inizio di questo secolo”. Lo ha detto Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione Europea, nella prolusione nel corso dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, a Milano. “Il Pil italiano tornerà a livelli precedenti della crisi entro la metà del prossimo anno – sottolinea Von der Leyen – ma molti giovani rimangono disoccupati, è ora di cambiare le cose”. La presidente della Commissione europea ha poi parlato di università: “Una nuova generazione di leader si sta formando in queste mura, quella che darà forma all’Italia nel dopo pandemia. Voglio un’Europa al servizio dei giovani – spiega in italiano Von der Leyen -. Il futuro è nelle vostre mani e questo mi riempie di fiducia nonostante le incertezze che dobbiamo ancora affrontare”. E ancora: “La missione? Rispondo con tre parole: pianeta, innovazione, democrazia. Negli ultimi due anni l’Europa ha compiuto un passo avanti. Abbiamo fatto fronte comune per produrre e acquistare vaccini per tutti e abbiamo le dosi necessarie per affrontare la nuova ondata. Abbiamo creato un piano di ripresa per aiutare ciascun Stato membro”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Fitch Ratings aggiorna l’Italia a “BBB”, outlook stabile

Angelica Bianco

Agricoltori italiani: l’Europa non dimezzi i fondi per la promozione del Made in Italy

Antonio Marvasi

Da inizio anno 2.571 migranti hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo

Federico Tremarco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.