mercoledì, 5 Ottobre, 2022
Regioni

In Campania 629 nuovi casi di Covid e 1 decesso, nuova ordinanza De Luca

NAPOLI (ITALPRESS) – In Campania sono 629 i nuovi casi di Covid accertati, su 22.926 test eseguiti. Una persona è deceduta. E' quanto emerge dal bollettino dell'unita' di crisi della Regione. Report posti letto su base regionale. Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 20; Posti letto di degenza disponibili: 3.160; Posti letto di degenza occupati: 248. Intanto, una nuova ordinanza anti Covid è stata firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Un nuovo provvedimento contenente la "Proroga delle misure disposte con l'Ordinanza regionale 25 del 30 settembre 2021". Fatta salva l'adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell'evoluzione della situazione epidemiologica, su tutto il territorio regionale, dalla data dell'1 novembre e fino al 31 dicembre 2021 – si legge nell'ordinanza -, sono prorogate le disposizioni di cui al precedente provvedimento. In particolare, dalle ore 22 e fino alle ore 6 è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali; sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Inoltre, è fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della cosiddetta "movida". Fatte salve le disposizioni che impongono l'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso, tale obbligo resta fermo, anche all'esterno, ove si configurino assembramenti o affollamenti e in ogni situazione in cui non possa essere comunque garantito il distanziamento interpersonale. L'utilizzo dei dispositivi resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato – ad esempio nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento – nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all'aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all'aperto. (ITALPRESS). vbo/com 30-Ott-21 17:15

Sponsor

Articoli correlati

Pnrr, Venezia e il Veneto un esempio di modello pubblico-privato

Redazione

Calabria, vasto incendio in una torrefazione a Staletti

Redazione

Milano, Celebrato 90esimo anniversario dalla morte di Filippo Turati

Redazione

Lascia un commento