domenica, 14 Aprile, 2024
Europa

Polonia, Morawiecki: “Non accettiamo ricatti dall’Ue”

“Il diritto dell’Unione non può essere sopra le Costituzioni, non può violarle”. Lo ha detto il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, nel suo intervento al dibattito in plenaria al Parlamento europeo, a Strasburgo, sullo Stato di diritto.

“L’Unione Europea non è uno Stato, lo sono invece i 27 Paesi membri dell’Ue che rimangono sovrani, al di sopra dei Trattati. Sono gli Stati membri che decidono quali competenze vengono trasferite all’Unione”, ha proseguito Morawiecki, che replicando alla presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen ha sottolineato: “Respingo la lingua delle minacce e delle imposizioni. Il ricatto è diventato un metodo di fare politica verso alcuni Stati membri, ma le democrazie non agiscono così”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Iran: proteste anche da ordini professionali e lavoratori

Marco Santarelli

Parte da Ventotene e S.Stefano la “Scuola per il futuro dell’Europa”

Redazione

L’Europa e la responsabilità dello Stato giudice

Federico Tedeschini

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.