martedì, 17 Maggio, 2022
Europa

Polonia, Morawiecki: “Non accettiamo ricatti dall’Ue”

“Il diritto dell’Unione non può essere sopra le Costituzioni, non può violarle”. Lo ha detto il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, nel suo intervento al dibattito in plenaria al Parlamento europeo, a Strasburgo, sullo Stato di diritto.

“L’Unione Europea non è uno Stato, lo sono invece i 27 Paesi membri dell’Ue che rimangono sovrani, al di sopra dei Trattati. Sono gli Stati membri che decidono quali competenze vengono trasferite all’Unione”, ha proseguito Morawiecki, che replicando alla presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen ha sottolineato: “Respingo la lingua delle minacce e delle imposizioni. Il ricatto è diventato un metodo di fare politica verso alcuni Stati membri, ma le democrazie non agiscono così”.

Sponsor

Articoli correlati

Eurozona, a gennaio inflazione in crescita al 5,1%

Redazione

Ue, De Meo “Macron ambizioso, Francia all’altezza del compito”

Redazione

Da Commissione Ue tre proposte su disboscamento, suolo e rifiuti

Paolo Fruncillo

Lascia un commento