domenica, 21 Aprile, 2024
Politica

Quali alternative al Mattarella bis? E se fosse una donna?

Non è sicuramente facile individuare una figura di caratura pari o superiore a quella dell’attuale Presidente della Repubblica.

“Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia compiuto cinquanta anni d’età e goda dei diritti civili e politici.” (Art.84 Cost.)

I grandi elettori sono individuati nell’articolo 83 e cioè il Parlamento in seduta comune dei suoi membri (per l’ultima volta 945), i 58 delegati eletti dai Consigli regionali, i cinque senatori a vita di nomina Presidenziale ed il Presidente emerito della Repubblica, per un totale di 1009 elettori.

Per capire quali requisiti debba avere il Presidente della Repubblica occorre che siano considerati ed esaminati compiutamente e singolarmente tutti i suoi doveri, i suoi poteri e le sue facoltà sanciti dalla Costituzione, col giuramento di fedeltà alla Repubblica e di osservanza della Costituzione. (art.91).

Le funzioni sono tassativamente elencate nell’articolo 87 della Costituzione nel quale si afferma, tra l’altro, che: ”…è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale; può inviare messaggi alle Camere; promulga le leggi; ha il comando delle Forze Armate; presiede il Consiglio supremo di difesa; dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere; presiede il Consiglio superiore della Magistratura; può concedere grazia e commutare le pene.

Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri. (Artt. 92, 2co.)

Una persona di oltre cinquant’anni che sappia, in modo esemplare, imparziale e super partes, assicurare e svolgere tutti i ruoli che gli competono e dare prestigio ed onore alla Nazione, anche fuori dai nostri confini, sembra quasi impossibile reperirla nell’attuale Parlamento: il quadro politico si presenta instabile ed ingarbugliato, benché con personaggi di lungo corso.

Non è difficile scoprirne in seguito problemi di conflitti di interesse diretti od indiretti che ne possano offuscare il prestigio, l’immagine ed invocarne la messa in stato d’accusa, meglio noto col termine “ impeachment “, per provocarne la destituzione.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è designato successore di Mattarella a giorni alterni, come a giorni alterni si ripropone il Mattarella bis.

Altri propendono per varie ipotesi. Non è un’asta pubblica: c’è in gioco la prima carica dello Stato che funge da arbitro, da sentinella, da custode e garante della Costituzione.

Il Presidente della Repubblica potrebbe scaturire dall’alta dirigenza della Pubblica Amministrazione, tra i componenti degli organi ausiliari, dalla Magistratura ovvero dalla Corte Costituzionale, di cui – fanno parte anche quattro donne, qualora si volesse davvero optare per un cambiamento di rotta.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

La politica per il Sud: da Donato Menichella a Mario Draghi

Michele Rutigliano

Pichetto Fratin: “La digitalizzazione alleata nella tutela dell’ambiente”

Lorenzo Romeo

Israele sotto attacco. Aggressione terroristica di Hamas

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.