mercoledì, 5 Ottobre, 2022
Sanità

Aifa: nuovi obiettivi su vaccini, farmaco resistenza, costi e prescrizioni

Nuovi obiettivi nel Piano di attività 2021 dell’Agenzia del farmaco (Aifa). Proposte che andranno all’esame della Conferenza Stato-Regioni.

Il nuovo Piano attività 2021 ideato dall’Agenzia prevede lo sviluppo delle attività congiunte tra CTS, Commissione tecnico-scientifica, e il CPR, Comitato Prezzi e Rimborso, l’obiettivo è arrivare ad una funzione
unica integrata delle commissioni consultive, con una serie di riforme che interessano i cittadini.
Sorveglianza sui vaccini Particolare attenzione, sottolinea l’Aifa, assume l’obiettivo di costituzione di un comitato scientifico speciale per la sorveglianza dei vaccini anti Covid volto a garantire i più rigorosi standard di tutela della salute nella somministrazione di tali prodotti e lo sviluppo di un’adeguata comunicazione pubblica.

INFORMAZIONE SUI VACCINI
L’Agenzia poi propone di mettere in campo delle campagne informative di ampia portata per sensibilizzare sia il personale sanitario che la cittadinanza su: efficacia e sicurezza dei vaccini, antibiotico resistenza, efficacia e sostituibilità farmaci branded con gli equivalenti e biosimilari.
Maggiori controlli Dalla creazione di un Comitato speciale per la sorveglianza dei vaccini Covid, passando per la definizione di nuovi criteri per l’innovazione dei farmaci e note di appropriatezza prescrittiva. Ma non solo si punta anche alla costituzione di 4 tavoli di lavoro dedicati a: cronicità medicina generale, farmaci onco-ematologici, terapie avanzate, antibiotico resistenza e uso ottimale degli antibiotici. E poi nuove procedure di negoziazione prezzi-rimborsi e revisione prontuario.Gestione emergenze Allo studio anche la definizione nuovi modelli di gestione di emergenze sanitarie e carenze di farmaci. Per quanto riguarda poi l’accesso a nuovi farmaci e appropriatezza d’uso, tra gli
obiettivi vi è quello di una definizione aggiornata dei requisiti di innovatibilità a mezzo di un nuovo documento.

REVISIONE PIANI TERAPEUTICI
Nel progetto sono previste diverse innovazioni, come una nuova definizione dinamica del valore relativo dei farmaci attraverso un impiego scientificamente rigoroso aggiornato e non sporadico di strumenti operativi: definizione di note di appropriatezza prescrittiva; revisione complessiva dei piani terapeutici e informatizzazione di quelli cartacei: revisione registri d’uso ed adozione di procedure per la condivisione dei dati con le strutture sanitarie e le Regioni; giudizi di equivalenza terapeutica e revisione del documento Aifa;
revisioni del Prontuario farmaceuticoSostenibilità della spesa Per quanto riguarda, invece, le misure per la
sostenibilità della spesa farmaceutica, l’Agenzia si propone di stipulare accordi e convenzioni con soggetti aggregatori nonché la condivisione di buone pratiche e modelli di implementazione delle note di appropriatezza prescrittiva.Prezzi e rimborsi L’Aifa prevede anche la messa in opera di nuove procedure di negoziazione prezzi-rimborsi con indicazione sintetica delle motivazioni eventuale mancata rimborsabilità in ciascuna determina
e maggiori informazioni riportare sul sito dell’Agenzia.

RILIEVI SCIENTIFICI
Nel documento particolare rilievo viene poi dato alla Ricerca e informazioni scientifiche indipendenti.
In questo senso l’Agenzia rinnova il suo sostegno alla ricerca indipendente, compatibilmente alle risorse messe a disposizione dell’Aifa, attraverso la predisposizione di nuovi bandi e una rapida aggiudicazione dei relativi contributi di ricerca. Prevista anche la stipula di convenzioni e sviluppo di progetti
congiunti con università e istituti di ricerca con sede in Italia.

Sponsor

Articoli correlati

L’allarme di Confindustria. Bonomi: bolletta energetica da 8 a 37 miliardi. Per le imprese costi insostenibili

Gianmarco Catone

Bollette, Superbonus, personale. Costantini (Cna): tre emergenze da risolvere. Ecco le proposte delle piccole imprese

Gianmarco Catone

Decreto Sostegni ter. Polizia di Stato, 1300 assunzioni. Come fare domanda e i requisiti

Marco Santarelli

Lascia un commento