giovedì, 27 Gennaio, 2022
Sanità

Vaccinare, vaccinare, vaccinare

In questa sezione de La Discussione ospitiamo volentieri interventi il cui contenuto non necessariamente è condiviso dalla testata.

Questo è diventato il Mantra che ci è stato imposto dai nostri attuali governanti.
Per realizzare questo progetto è stato affidato l’incarico ad un Generale che a giudicare dalle sue numerose decorazioni dovrebbe riuscire a portarlo a temine; quando? Non si sa, infatti questo Virus misconosciuto continua a diffondersi e a contagiare tante persone; a proposito, come mai prima ad ammalarsi e a morire erano solo gli anziani cagionevoli di salute e ora invece vengono colpiti anche i giovani e gli adulti?

Questa pandemia, che attualmente si sta manifestando con molte varianti, a pensarci bene è scoppiata
proprio all’indomani dell’inizio delle vaccinazioni di massa, coincidenza?

La confusione è totale e ogni dubbio è lecito, si ha l’impressione di essere diventati delle cavie di questi Sieri (non sono vaccini) sperimentali che tra l’altro si è visto che non ci proteggerebbero dai vari ceppi virali che settimanalmente vengono scoperti.

Sarà vero? A pensarci bene potrebbe trattarsi anche di qualche losco farabutto, che con lo scopo ben
preciso di distruggere l’economia delle nazioni più deboli, periodicamente liberi (nell’aria?) diverse
tipologie di virus create in qualche laboratorio segreto.

Anni fa ricordo che, durante una trasmissione televisiva, un sedicente agente segreto della CIA raccontava
di come si sperimentasse la diffusione dei virus influenzali durante un tragitto in metropolitana.

L’esperimento consisteva nel rilasciare al capolinea di una linea della metro di New York nei portalampade
di un vagone dei virus e nel calcolare in quanto tempo i passeggeri presentassero sintomi da
raffreddamento come starnuti o bruciore agli occhi.

A questo punto, se così fosse, c’è da chiedersi; quanto tempo durerà questa pandemia, più della Spagnola?

Sarà come l’Opera di San Pietro che non avrà mai termine? Saremo costretti a vaccinarci a vita con la
speranza che prima o poi si scopra un vaccino universale?

Fatto sta che spaventati dal diluvio quotidiano di notizie e di immagini drammatiche che ogni giorno ci
vengono propinate dai vari mezzi di comunicazione, un po’ alla volta stiamo perdendo la nostra Libertà; si è proprio così, abbiamo smesso di vivere per paura di morire.

Sponsor

Articoli correlati

Vaccino, il 70% degli adolescenti favorevole

Giulia Catone

Turismo, a ferragosto prenotate 89,6% delle camere online

Angelica Bianco

Covid, Locatelli: “Riduciamo i rischi”

Angelica Bianco

Lascia un commento