venerdì, 28 Gennaio, 2022
Attualità

Sondaggi, metà degli italiani chiede a Draghi discontinuità con il passato

Il panorama politico italiano, nelle ultime settimane, è stato interessato da alcuni “cambi di guardia”. Dal nuovo Governo – formatosi ormai un mese fa – alle dimissioni di Zingaretti da segretario del Partito Democratico con la nomina di Enrico Letta. Fino all’incoronazione, da parte di Beppe Grillo, di Giuseppe Conte come capo politico del Movimento 5 Stelle.

Soluzione, quest’ultima, che divide l’elettorato tra favorevoli (44,4%) e contrari (39,5%), ma che raccoglie il consenso, quasi unanime, dei sostenitori 5 Stelle e di 3 elettori su 4 del Partito Democratico.

E’ questo il risultato di un sondaggio di Euromedia Research. Le dimissioni di Zingaretti sono state apprezzate da quasi il 30,0% dell’elettorato, condividendo il pensiero di un PD di poltrone e logiche di potere. Mentre per la metà degli elettori Dem prevale il dispiacere per l’abbandono dell’ex segretario. C’è stato un cambio di passo generale, dunque, ed è proprio quello che 1 italiano su 2, in questo momento, chiede al nuovo Governo Draghi: una discontinuità con il passato e un cambio radicale per affrontare questo particolare periodo storico.

Dati Euromedia Research per la Stampa – Realizzato il 09/03/2021 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.

Sponsor

Articoli correlati

Incontro dopo gli strappi della Lega. Draghi rasserena Salvini, per ora. Quiete in attesa della prossima tempesta

Giuseppe Mazzei

Il futuro secondo Confindustria: Final Summit sull’economia. A Draghi le proposte per il G20

Angelica Bianco

Kurt e gli acronimi della giungla fiscale

Federico Tedeschini

Lascia un commento