sabato, 16 Ottobre, 2021
Energia

Energia, l’Albania quest’anno produrrà 670 tonnellate di “oro nero”

Bankers Petroleum Albania prevede di produrre 670 mila tonnellate di petrolio nell’anno in corso, con un calo del 33% rispetto alla produzione 2019 in assenza di pandemia. I dettagli sono stati forniti dalla società pubblica di produzione petrolifera Albpetrol dopo l’approvazione del programma di lavoro e del budget dell’azienda per il 2021. Lo riferisce Rivista economica Monitor. Albetrol, l’azienda statale del petrolio di proprietà del Ministero dell’Infrastruttura e dell’Energia, svolge attività di esplorazione e produzione di idrocarburi nei giacimenti di petrolio e gas esistenti nonché in alcuni blocchi esplorativi, gestiti direttamente o attraverso accordi sugli idrocarburi con altre società, compresa Bankers, secondo i diritti e gli obblighi definiti dalla normativa in vigore in Albania. Alla riunione del Comitato consultivo tra Albpetrol sh.a e Bankers Petroleum Albania Ltd che opera nel giacimento di Patos-Marinëz, è stato sottolineato che ulteriori investimenti per esplorazione e sviluppo di nuovi pozzi saranno effettuati se la congiuntura del mercato degli idrocarburi sarà favorevole.

Un altro elemento previsto è quello di un investimento aggiuntivo relativo alla riabilitazione dei Pozzi Ecologici. Bankers Petroleum è il più grande produttore di petrolio del paese, con oltre il 90% del totale. L’azienda è stata colpita dalla pandemia nella prima metà del 2020, costretta a chiudere per la prima volta ad aprile per più di un mese, periodo nel quale il petrolio è sceso a 20 dollari al barile, il consumo globale è diminuito e l’attività delle raffinerie partner sono state ridotte al minimo. Di conseguenza, gli ambiziosi piani di sviluppo Bankers sono stati interrotti, influenzando negativamente i piani per l’apertura di nuovi pozzi. Bankers ha dichiarato che prevede che la produzione quest’anno sarà agli stessi livelli del 2020.

Sponsor

Articoli correlati

Il cardinale Simoni al concorso “Capannucce in città”

Angelica Bianco

Gli Stati Uniti davvero vogliono abbandonare il loro ruolo di garante della democrazia e della pace nel mondo?

Enzo Cartellino

Shock petroliero, guai per l’Italia

Maurizio Piccinino

Lascia un commento