domenica, 16 Maggio, 2021
Cultura

Maiani Accademia Moda riaccende le luci sui teatri italiani ancora chiusi

La Maiani Accademia Moda riaccende le luci sui teatri italiani ancora chiusi a causa della pandemia con la sua collezione ecosostenibile realizzata con materiali di scarto, presentando nel calendario dell’Alta Moda un cortometraggio dal titolo “Applausi” visibile sulla piattaforma digitale di Altaroma.

Il corto rialza il sipario del Teatro dei Ginnasi di Roma grazie agli applausi di un’unica spettatrice che può così rivivere, anche se per pochi minuti, le atmosfere oramai dimenticate di un palco su cui ballerine e modelle interpretano personaggi teatrali di mondi passati e futuri, come una magica alchimia che mescola il fascino di elementi settecenteschi a quelli di universi fiabeschi.

La musica live, antica nostalgia di un pianoforte e di un violino, volutamente giocata tra note e colori malinconici contrapposti a timbri più contemporanei, come punto di partenza per riaccendere le luci del palcoscenico, la danza come mezzo narrativo per raccontare una collezione pensata nel rispetto dell’ambiente e di un’economia circolare che recupera materiali di scarto come organze e cerniere lampo per riportarle a nuova vita. Abiti che seducono con volute trasparenze per svelare la sinuosità dei corpi in movimento, che costruiscono con zip difettate corpetti come corsetti medioevali, come sensuali bustier, come giurassiche spine dorsali, come intarsi ed intrecci, che svelano e nascondono continue metamorfosi dietro enormi maniche, mantelli, stravaganti cornici di legno indossate come giacche, oppure preziosi boleri ricamati a ramage.

I mini dress sono realizzati come sculture da elementi geometrici tridimensionali, le atmosfere sport-chic da abiti-body e bomber in organza plastificata impreziositi da cappucci lavorati a punto smog. Creature astrali che indossano parrucche sgargianti dal lilla all’arancio oppure di un bianco candido, per adattare la moda al costume, al rito della teatralità. Il violino che dialoga con il pianoforte in tutte le sue regioni timbriche, dalle più scure alle più acute e chiare, sembra dare voce al silenzio dei teatri italiani.

Un lungo applauso di due minuti, preceduto da una celebre frase di Eduardo De Filippo, chiude il cortometraggio interpretato dalla giovane attrice Giorgia Battistoni, da Yury Napoli, Fabiola Gaudio al violino e dal maestro Lorenzo Porzio, autore delle musiche, al pianoforte.

Firma l’immagine dell’Hair style e del make-up Paolo Panczyk per Studio 13, della moda Raffaella La Rocca, della regia teatrale Rossano Giuppa, della regia del corto Matteo Cuccu.

Prodotto dalla Multimedia Communication il cortometraggio Applausi sarà visibile dal 18 febbraio anche sulle pagine facebook della Maiani Accademia Moda e Racconti di Sabaudia.

Sponsor

Articoli correlati

Thrift shopping: la moda ambientalista del futuro

Ludovica Cantiello

Dal tessile un vestito per l’ambiente

Rosaria Vincelli

Roma Fringe Festival 2021. Per non fermare il teatro

Barbara Braghin

Lascia un commento