lunedì, 18 Ottobre, 2021
Economia

Riso Scotti unita a BPM e Sace per rafforzare il brand all’estero

Banco BPM ha perfezionato un finanziamento di 5 milioni di euro a favore di Riso Scotti Spa, garantito da SACE
nell’ambito dell’attivita’ di supporto all’export e all’internazionalizzazione delle imprese italiane. L’operazione e’ finalizzata a rafforzare la presenza nei mercati internazionali del marchio Scotti che e’ già presente in oltre 80 Paesi e intende creare ulteriori sinergie commerciali oltreoceano, senza tralasciare l’India e la Cina. L’obiettivo del leader italiano del riso e’ far conoscere ed apprezzare il risotto made in Italy, proponendolo come specialità gastronomica a tutte le latitudini, e declinandolo in una linea completa dedicata agli stranieri che amano il gusto italiano. In un’ottica di completamento e integrazione di gamma, l’Azienda pavese mira inoltre ad affermare prodotti salutari a base riso per ogni momento di consumo, dalla colazione ai pasti principali, alle pause-snack.

“Per conquistare i palati stranieri – sottolinea Dario Scotti, Presidente e AD di Riso Scotti – il segreto e’ rappresentato dai piatti del made in Italy, accompagnati dalla capacita’ di coniugare gusto, bontà e salute in un’alimentazione davvero globale. Negli Stati Uniti i nostri risotti pronti hanno decuplicato le vendite e i prodotti nati dalla diversificazione, che utilizzano il riso come ingrediente base, hanno guadagnato l’attenzione di tutti i principali mercati, compreso quello cinese, grazie alla qualità e alla sicurezza alimentare che il nostro marchio garantisce”. “L’intervento a sostegno di Riso Scotti conferma la forte volontà di Banco BPM diporsi a fianco delle imprese virtuose che si impegnano nella valorizzazione del made in Italy prestando particolare attenzione anche alle attività svolte negli ambiti dell’innovazione e della sostenibilità” commenta Fabrizio Bernazzani, Responsabile del Mercato Corporate Milano-Lodi di Banco BPM che ha seguito l’operazione.

In questa fase di grande cambiamento – sottolinea Enrica Delgrosso, Responsabile Mid Corporate Nord-Ovest di SACE – e’ fondamentale rinnovare e rafforzare il sostegno alla crescita delle eccellenze italiane nel mondo valorizzando aziende di filiere vitali per l’economia del nostro Paese. Da qui il sostegno a Riso Scotti, champion del comparto agroalimentare italiano, e ai suoi nuovi ambiziosi piani di crescita in territorio asiatico e statunitense. Con questa operazione confermiamo il nostro impegno nella promozione sui mercati esteri di un settore che certamente contribuirà all’auspicata ripresa economica”. In 160 anni di attività, da mulino prima e riseria tradizionale poi, Riso Scotti si e’ trasformata in un’industria alimentare in grado di declinare il riso a 360°, utilizzandolo anche come ingrediente: risotti, gallette, snack dolci e salati, prodotti da forno, senza glutine e senza lattosio, oltre a bevande vegetali e condimenti.

Con un fatturato di 224 milioni di euro, di cui oltre il 30% all’estero, e una produzione completamente concentrata in Italia, l’Azienda si e’ affermata come punto di riferimento per il mondo del riso, affiancando alla continua innovazione tecnologica e di processi – che ha permesso di ridurre negli ultimi due anni le emissioni di CO2 di oltre il 39% a fronte di un incremento del 19% del volume di consumo energetico – un programma di filiera sostenibile a tutela della tradizione risicola italiana e di un’agricoltura efficiente, rispettosa dell’ambiente e dell’uomo (link Il nostro riso italiano prima di tutto – Emozioni Riso Scotti).

Sponsor

Articoli correlati

Accelera l’economia lombarda, produzione ed export spingono la crescita

Francesco Gentile

Simest, nel 2020 1 mld di finanziamenti per export e sviluppo internazionale

Redazione

Export, volano i formaggi italiani nel mondo

Francesco Gentile

Lascia un commento