venerdì, 25 Giugno, 2021
Società

Confartigianato, eletto Granelli. Il neo presidente: supereremo la crisi, dalle 700 mila imprese prova di coraggio e sacrificio

I 700 mila artigiani, micro e piccole imprese di Confartigianato hanno un nuovo presidente. L’Assemblea della Confederazione ha eletto per acclamazione Marco Granelli, sarà Presidente di Confartigianato Imprese per il quadriennio 2020-2024. Granelli sarà affiancato dai vice Presidenti Eugenio Massetti (Vicario), Domenico Massimino, Filippo Ribisi. “Usciremo da questa crisi con uno sforzo eccezionale di responsabilità e coraggio”, ha esordito il neo presidente nel suo discorso di ringraziamento a soci e assemblea.

Marco Granelli è nato nel 1962 a Salsomaggiore, titolare di un’impresa nel settore delle costruzioni. Il neo presidente raccoglie il testimone da Giorgio Merletti che ha guidato la Confederazione dal 2012 e al quale ha rivolto il ringraziamento di Confartigianato per “il grande impegno dedicato, in questi anni difficili per l’economia italiana”.

Nella squadra entra anche Vincenzo Mamoli il quale, a seguito delle dimissioni di Cesare Fumagalli, assume l’incarico di Segretario Generale. Granelli ha espresso a Fumagalli gratitudine e riconoscimento per l’intenso lavoro svolto in questi 16 anni. “Usciremo da questa crisi”, ha esordito Granelli, “con uno sforzo eccezionale da parte di tutti per ricostruire un modello di sviluppo economico e sociale che faccia leva sul valore espresso dagli artigiani e dalle piccole imprese che rappresentano il 98% delle aziende italiane.

Confartigianato intensificherà l’impegno di rappresentanza e di servizio al fianco degli imprenditori. A chi guida il Paese sollecitiamo altrettanto impegno deciso e concreto nel costruire un contesto favorevole alle potenzialità imprenditoriali del nostro Paese, puntando su competenze, innovazione, sostenibilità”.

“In questi mesi”, ha aggiunto il neo Presidente di Confartigianato, “le micro e piccole imprese italiane hanno sofferto ma hanno anche dato una grande prova di reattività. Ora non possiamo vanificare i loro sforzi. Ci giochiamo il futuro: mai come quest’anno la manovra economica deve essere una legge di rilancio e non possiamo permetterci esitazioni nell’utilizzare le risorse europee per investire sui punti di forza del nostro sistema produttivo, vale a dire gli oltre 4 milioni di artigiani e piccole imprese italiani”.

L’Assemblea di Confartigianato, inoltre, ha eletto i 20 componenti della Giunta Esecutiva, questi i nomii: Giovanni Barzaghi (Milano/Monza Brianza), Luca Crosetto (Cuneo),  Nerio Dalla Vecchia (Vicenza), Luigi Derniolo (Lecce), Paolo Figoli (La Spezia), Moris Fiorelli (Foligno), Davide Galli (Varese), Rosa Gentile (Matera),  Giacinto Giambellini (Bergamo), Michele Giovanardi (Novara), Enrico Inferrera (Napoli), Maria Amelia Lai (Sassari), Daniele La Porta  Daniele (Siracusa), Enzo Mengoni (Macerata),  Pasquale Napoli (Reggio Calabria), Stefano Ruffilli (Cesena), Graziano Sabbatini (Ancona), Vendemiano Sartor (Treviso), Graziano Tilatti (Udine ), Ferrer Vannetti (Arezzo).

Sponsor

Articoli correlati

Aiuti alle imprese. Granelli (Confartigianato): dopo il blocco ora servono i fondi promessi

Angelica Bianco

Intervista al Presidente di Confartigianato Roma. Andrea Rotondo: “I giovani priorità. Micro e piccole imprese protagoniste della crescita”

Angelica Bianco

Il Made in Italy. Primi in Europa per export di bici. Vendite per 609 milioni. Merletti (Confartigianato): vince creatività e tecnica

Maurizio Piccinino

Lascia un commento