domenica, 20 Settembre, 2020
Politica

Bonus Inps, Di Maio “M5S rinuncia a privacy, altri gruppi ci seguano”

Sponsor

“Su questi temi non possiamo accettare comportamenti del genere. Le partite Iva avevano diritto a quel bonus perché con il lockdown si sono fermate le attività. Era anche un bonus troppo piccolo per le partite Iva, che sono i nuovi proletari. Cinque deputati hanno fatto richiesta del bonus, ma questo strumento era per chi non aveva entrate, i parlamentari hanno preso lo stipendio anche durante il lockdown”.

Lo ha detto nel corso di una diretta Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Ora si dice che i nomi non li possiamo sapere perché c’è la legge sulla privacy, ma qui la privacy non c’entra niente – ha aggiunto -. Qui si parla del rapporto di fiducia tra cittadino ed eletto. Come parlamentari stiamo firmando un’autocertificazione di rinuncia alla privacy, tutto il gruppo parlamentare del M5S farà questo e lo chiediamo a tutte le forze politiche”.

“I nomi devono uscire fuori, perché quelle persone si devono dimettere, e non mi interessa se c’è qualcuno del M5S – ha sottolineato il ministro -. Tanta gente ha avuto difficoltà ha avuto difficoltà nel periodo della pandemia e di fronte a questo non possiamo che allontanare questi parlamentari per il buon nome delle istituzioni”. (Italpress)

Articoli correlati

Avrebbe potuto essere utile un Governo di unità nazionale?

Achille Lucio Gaspari

Il tempo della smemoratezza

Giampiero Catone

L’anno che verrà

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni