mercoledì, 29 Maggio, 2024
Esteri

Frustrazione degli utenti per le restrizioni di Meta sui suggerimenti relativi ai contenuti di natura politica

Gli influencer di Instagram attivi nell’ambito delle notizie e della politica stanno invitando i loro seguaci a ripristinare manualmente i “contenuti politici” nei loro feed, in seguito alla decisione di Meta di limitare la visibilità di tali post. A febbraio, la compagnia aveva annunciato che non avrebbe più suggerito account incentrati sulla politica agli utenti che non li seguivano già. La nuova funzione, impostata automaticamente su “Limite”, esclude dalla piattaforma di scoperta contenuti legati a governi, elezioni o questioni sociali. Molti utenti si sono sentiti esclusi dalla comunicazione di questa modifica, venendo a conoscenza del cambiamento solo attraverso altri iscritti alla piattaforma. Durante il fine settimana, alcuni creativi hanno condiviso guide dettagliate per reindirizzare i contenuti politici sui feed degli utenti, tramite le “Preferenze contenuti” nelle impostazioni dell’app. Questo riguarda anche Threads, l’app di messaggistica di Instagram. Johanna Toruño, artista e attivista, ha espresso preoccupazione per la mancanza di comunicazione di questa modifica, soprattutto in un periodo di forte rilevanza politica.

Fonte significativa

Instagram si è affermato come fonte significativa di informazioni politiche, con uno studio del Pew Research Center che evidenzia il 16% degli adulti americani che riceve notizie dalla piattaforma. Tuttavia, Meta ha manifestato l’intenzione di ridurre la promozione di contenuti politici su Instagram e Threads. Dani Lever, direttore delle relazioni pubbliche di Meta, ha spiegato che la decisione è frutto di anni di feedback degli utenti e ora permetterà loro maggiore controllo sulla ricezione di questi contenuti. Adam Mosseri, a capo di Instagram, ha ribadito la visione di non considerare la piattaforma un luogo per politica e notizie, citando le critiche ricevute negli anni per la diffusione di informazioni politiche inaffidabili e il rischio di disinformazione. Mosseri ha sottolineato l’importanza di notizie e politica ma ha messo in evidenza i rischi che esse comportano per l’integrità della piattaforma.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Covid, restrizioni alla mobilità non hanno ridotto le emissioni da traffico

Paolo Fruncillo

Mattarella: “Necessaria un’informazione corretta e trasparente”

Valerio Servillo

Un anno senza “Roe contro Wade”: come è cambiato l’accesso all’aborto in America

Paolo Fruncillo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.