martedì, 5 Marzo, 2024
Energia

Agricoltura: al via il progetto ‘Farming for Future’ per lo sviluppo del biometano rinnovabile

CIB – Consorzio Italiano Biogas lancia una nuova sfida con il progetto Farming for Future. 10 azioni per coltivare il futuro’ che ha presentato ufficialmente la decima e ultima azione del percorso verso l’agroecologia e il futuro dei gas rinnovabili. L’obiettivo del progetto è quello di ricombinare la CO2 con l’idrogeno per contribuire così all’obiettivo di produzione di 6 miliardi di mc di biometano rinnovabile entro il 2030. Elemento centrale del processo il recupero e il riutilizzo della CO2, una preziosa alleata verso la riduzione delle emissioni e una maggiore sicurezza e indipendenza energetica del Paese, grazie anche ai possibili impieghi nell’industria. In questo contesto, proprio i gas rinnovabili, idrogeno verde, CO2 e biometano sono tra le tecnologie da introdurre per contribuire concretamente alla decarbonizzazione del settore energetico e non solo. Attraverso l’uso dell’anidride carbonica (CO2) biogenica recuperata dall’upgrading del biometano, le aziende agricole divengono un anello strategico di congiunzione tra tutte le rinnovabili, programmabili e no. Recuperare la CO2, infatti, permetterà di accrescere la penetrazione nella rete elettrica delle fonti rinnovabili non programmabili, come solare ed eolico, dando maggiore slancio e potenzialità di crescita a tutto il settore.

Gas rinnovabili

“Lo sviluppo dei gas rinnovabili sulla strada delineata con le dieci azioni di Farming for Future, con una produzione al 2030 di circa 6 miliardi di Smc di biometano, potrebbe portare l’Italia a recuperare CO2 biogenica che può essere reimpiegata su scala industriale. Per questo motivo, è necessario avere un supporto normativo adeguato che consenta da un lato di accelerare la crescita delle rinnovabili e dall’altro di stimolare un mercato che possa sfruttare il potenziale di azione dell’agricoltura verso lo sviluppo di servizi e prodotti caratterizzati da minore impronta di carbonio e capaci di raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e di ridurre le emissioni0”, dichiara il Direttore del CIB, Christian Curlisi.

Imprese agricole

L’azienda agricola con impianto biogas può utilizzare l’energia prodotta da solare e/o eolico nei momenti in cui non è utilizzata per produrre idrogeno verde. Fra i destini dell’idrogeno, la possibilità di produzione di biometano (Power-to-methane) con una ridotta impronta di carbonio, può portare a compimento l’integrazione fra le rinnovabili non programmabili e quelle programmabili. Puntare sulla ricerca e lo sviluppo di queste tecnologie potrebbe contribuire alla decarbonizzazione del nostro Paese, senza tralasciare la strada della transizione ecologica. Sarà possibile raggiungere tutti gli ambiziosi obiettivi del Fit for 55 e del REPowerEu al 2030 e i target climatici al 2050, solo se saremo in grado di valorizzare tutte le tecnologie disponibili, sfruttandone a pieno il potenziale.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Dopo 80 anni a Los Alamos riparte un nuovo ‘Progetto Manhattan’ top-secret

Valerio Servillo

Accelerare green mobility per battere anche il coronavirus

Redazione

Agricoltura, Giansanti: “Settore fondamentale nel dialogo con paesi terzi”

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.