martedì, 23 Luglio, 2024
Esteri

L’Università del Wisconsin condanna la marcia neonazista nella capitale Madison

L’Università del Wisconsin-Madison ha condannato una marcia neonazista svoltasi nella giornata di sabato nella capitale dello Stato. Secondo l’università, un gruppo suprematista bianco che portava bandiere decorate con svastiche e “altri simboli nazisti” ha marciato dallo State Street Mall al Campidoglio intorno a mezzogiorno. Il dipartimento di polizia di Madison ha stimato in circa venti le persone che hanno marciato con il gruppo. Durante la marcia non sono state viste armi. Per il dipartimento di polizia dell’Università del Wisconsin non è stato segnalato alcun incidente o arresto da parte degli agenti. I funzionari del campus non sono stati informati, in anticipo, della marcia in anticipo. Le forze dell’ordine continueranno a monitorare la situazione, fornendo una maggiore sicurezza e protezione della polizia in tutto il campus. L’università ha affermato che fornirà supporto e risorse agli studenti e al personale colpiti dalla marcia di sabato. “La presenza di questo gruppo odioso a Madison è assolutamente ripugnante – ha detto la cancelliera Jennifer Mnookin – Sono inorridito nel vedere questi simboli. L’odio e l’antisemitismo sono completamente contrari ai valori dell’università e la sicurezza e il benessere della nostra comunità devono essere le nostre massime priorità”.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Insieme per non dimenticare. “Non li avete uccisi, li avete resi immortali

Leonardo Lamberto Scaglione

Università: oltre 32.000mila posti autorizzati per i percorsi di sostegno didattico

Ettore Di Bartolomeo

Se l’intolleranza occupa gli atenei

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.