domenica, 3 Marzo, 2024
Economia

Bankitalia, a giugno il debito delle Pubbliche amministrazioni è aumentato di 27,8 miliardi

Secondo quanto emerge dalla pubblicazione statistica finanza pubblica: fabbisogno e debito di Banca d’Italia, lo scorso giugno il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 27,8 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.843,1 miliardi. L’incremento riflette la crescita delle disponibilità liquide del Tesoro (14,2 miliardi, a 41,8), il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (12,3 miliardi), nonché l’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (1,3 miliardi).

Amministrazioni centrali e locali

Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 30,4 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali è diminuito di 2,6 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è rimasto invece pressoché invariato. La quota del debito detenuta dalla Banca d’Italia è diminuita al 25,4% (dal 25,8 del mese precedente), mentre a maggio (ultimo mese per cui questo dato è disponibile) quelle detenute dai non residenti e dagli altri residenti (principalmente famiglie e imprese non finanziarie) sono rimaste pressoché invariate al 26,5 e al 10,9 per cento rispettivamente. A giugno le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 38,2 miliardi, in aumento del 6,3% rispetto al corrispondente mese del 2022.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Nell’anno della pandemia Bankitalia è ricorsa a moratorie per 350mila famiglie

Redazione

Banche malate, vigilanza da rafforzare

Giuseppe Mazzei

Carburanti, nuovi aumenti per diesel e benzina

Francesco Gentile

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.