martedì, 27 Febbraio, 2024
Attualità

Decine di balene pilota morte dopo uno spiaggiamento di massa in Australia

Più di 50 balene pilota sono morte dopo essersi arenate su una spiaggia remota nell’ovest dell’Australia. Lo hanno riferito le autorità locali. Le squadre di soccorso hanno cercato di riportare il resto del branco nelle acque. Esperti marini e volontari si sono accampati durante la notte a Cheynes Beach, a più di 280 miglia a sud-est di Perth, nello stato dell’Australia occidentale, dopo che le balene sono state trovate spiaggiate. “Purtroppo, cinquantuno di esse sono morte durante la notte – ha affermato, in una nota, il Western Australia Parks and Wildlife Service – Stiamo lavorando in collaborazione con volontari registrati e altre organizzazioni per cercare di riportare le restanti 46 balene in acque più profonde durante il corso della giornata”. Le balene pilota sono famose per i loro forti legami sociali, quindi quando una balena si trova in difficoltà e si arena, il resto di solito la segue. L’Australia e la vicina Nuova Zelanda sono punti caldi per gli spiaggiamenti a causa delle grandi colonie di balene pilota che vivono negli oceani profondi che circondano entrambe le nazioni insulari, ma il motivo per cui rimangono intrappolati sulle spiagge rimane un mistero.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Australia, 14 milioni per il progetto sull’idrogeno verde di ‘GEGHA’

Marco Santarelli

AUKUS, la Cina e l’Europa alla finestra 

Andrea Strippoli Lanternini

Inquinamento da microplastiche. Dalle lavatrici ai tessuti grassi di balene e delfini

Cristina Gambini

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.