mercoledì, 8 Aprile, 2020
Ambiente

Agricoltura, focus targato “Terra Viva”

Una giornata di approfondimento sulle opportunità di sviluppo del comparto agricolo, grazie alle attività connesse e alle reti d’impresa. L’iniziativa si è svolta presso la sede Cisl di Bologna. Al momento formativo – organizzato da Terra Viva, associazione liberi produttori agricoli, affiliata alla Cisl – è intervenuto Luigi Scappini, commercialista esperto del settore agricolo, per un aggiornamento sulle principali novità introdotte dalla legge di bilancio 2020 per il comparto e sulle recenti normative quali la riforma della crisi d’impresa.

Il professionista si è soffermato, in particolare, sulle opportunità  offerte alle imprese agricole di ampliare le proprie attività con servizi accessori e complementari alla produzione principale che vanno sotto il nome di attività connesse, sull’enoturismo e sulle possibilità organizzative permesse dai contratti di rete.

Claudio Risso, Presidente di Terra Viva Cisl, ribadisce che “oggi, fare agricoltura in modo tradizionale e chiudere i bilanci a fine anno con una seppur minima remunerazione del proprio lavoro, è sempre più difficile anche per l’imprenditore agricolo coltivatore diretto”. “Assistiamo – prosegue – ad una remunerazione dei prodotti in molti casi inferiore ai costi di produzione, a forti penalizzazione dei produttori nella ripartizione del valore all’interno delle filiere produttive, ad aumenti dei costi dei mezzi di produzione e di quelli legati alla burocrazia”.

Di qui il proposito di Terra Viva di “affiancare le oltre 50.000 imprese agricole associate in percorsi che valorizzano le risorse aziendali, fanno cogliere le opportunità offerte dall’essere radicate nei territori e dal poter offrire servizi nuovi alla collettività, riducono i costi di produzione ed aumentano la capacità di penetrazione nei mercati, consentono in sintesi di aumentare la loro competitività”.

Terra Viva si propone non solo come una organizzazione che valorizza l’impegno dei propri associati e li assiste nei tradizionali servizi tecnici, fiscali e sindacali, ma opera per assicurare un aggiornamento continuo dei propri operatori e dirigenti al fine di far cogliere le nuove opportunità di sviluppo alle imprese agricole.

Articoli correlati

Imprese: lavori 4.0, 18mila al mese tra Milano, Monza e Lodi

Redazione

Coltivare in città

Redazione

Conflavoro Pmi incontra l’ambasciatore d’Egitto a Roma: “Nuova sinergia per promuovere le nostre imprese al Cairo”

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni