domenica, 14 Agosto, 2022
Società

Scuola: premiati 150 progetti educazione al consumo digitale consapevole

ROMA (ITALPRESS) – È stata pubblicata la graduatoria del concorso Saper(e)Consumare, rivolto alle Scuole secondarie di I e II grado, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e promosso in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Sono 150 i progetti di educazione al consumo digitale consapevole premiati che riceveranno ciascuno un premio di 10.000 euro. Dai materiali di scarto per l’arredo degli ambienti scolastici a un’officina per il recupero e la riparazione di smartphone, passando per lo sviluppo di app e prototipi per promuovere un consumo sostenibile, sono tra i progetti vincitori del concorso che puntano a valorizzare le tecnologie in ottica di consumo responsabile, dotando la Scuoladi nuovi software e hardware, competenze e consapevolezze con lo sviluppo di web radio, producono podcast, video, organizzano webinar e mostre. A vincere è l’approccio multidisciplinare al concorso, con la trattazione di tutti e quattro i temi indicati nel bando, ovvero educazione digitale, diritti dei consumatori, consumo sostenibile, educazione finanziaria. Il 92,7% dei progetti ha indicato tra i temi da sviluppare il consumo sostenibile; l’85,3% dei progetti ha indicato l’educazione digitale; il 58,7% dei progetti ha toccato temi inerenti i diritti dei consumatori; il 50% dei progetti ha presentato l’educazione finanziaria.

Le scuole vincitrici, equamente divise tra i due ordini scolastici, sono distribuite su tutto il territorio nazionale, in particolare, il 36% di esse è al nord, il 28% è al centro, il 21,3% è al sud, il 14,7% è nelle isole. Tra le Secondarie di II
grado, molte e diverse le tipologie d’istituto: dai Licei, agli Istituti tecnici, ai Professionali.

Sponsor

Articoli correlati

Inclusione scolastica a tutta vela

Marco Santarelli

Scuola e imprese. Brugnoli (Confindustria) con il ministro Bianchi costruiamo nelle medie una finestra sul futuro. Due miliardi dal Recovery Fund

Piccinino

Dispersione scolastica, Sicilia prima regione a firmare intesa ministero

Angelica Bianco

Lascia un commento