giovedì, 12 Dicembre, 2019
Articoli del Giorno Cultura

Ville e giardini d’Italia secondo Alberta Campitelli

“Ville e giardini d’Italia. Tra Natura ed Artificio”. Questo il titolo dell’ultima fatica letteraria di Alberta Campitelli, storica dell’arte e dei giardini, fino al 2016 direttore delle Ville e Parchi Storici del Comune di Roma.

Un volume di 413 pagine (edito da Jaca Book), ricco di notizie, annotazioni, appunti, immagini per studiare ed analizzare, fin nei minimi dettagli, il patrimonio di ville e giardini del nostro Paese.

Tra tutte le pubblicazioni dedicate a questo tema quella della professoressa Campitelli si distingue per stile ed approccio, dal momento che l’autrice propone un percorso in lungo e in largo nella Penisola alla ricerca di connessioni e intrecci temporali e topografici, legando tra loro siti diversi per storia, assetto e committenza, e mettendo a fuoco l’immagine della complessità e varietà delle ville e dei giardini.

Un lavoro estremamente dettagliato, frutto di una personalità davvero straordinaria, capace di focalizzare l’attenzione del lettore ora sui temi ricorrenti (la rappresentazione del potere, l’uso teatrale degli spazi, il simbolismo degli arredi e del verde) ora sulle caratteristiche degli innumerevoli giardini realizzati tra la fine del Medioevo e il Novecento.

Alberta Campitelli ha progettato e diretto interventi di restauro e ripristino di giardini ed edifici nelle ville Borghese e Torlonia e in altre ville minori. Ha creato e diretto il Museo della Casina delle Civette, del Casino Nobile e della Scuola Romana a Villa Torlonia e il Museo Bilotti a Villa Borghese, curandone i cataloghi. Ha inoltre diretto il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese e, dal 2013 al 2014, il MACRO. È stata membro dei Comitati Scientifici per il restauro dei giardini di Palazzo Barberini, di Villa Medici e del Palazzo del Quirinale e ha pubblicato numerosi studi su ville e giardini storici, in particolare in area romana.

È docente di Gestione dei Musei e del Patrimonio Culturale presso l’Università Luiss e di Storia e Gestione dei Giardini presso la Scuola di Specializzazione in Beni Naturali ed Ambientali dell’Università La Sapienza.

È advisor member dell’icomos- International Scientific Committee on Cultural Landscapes, Vicepresidente dell’Associazione Parchi e Giardini Italiani, membro del Consiglio d’Amministrazione della Galleria Borghese, presidente del Comitato tecnico Scientifico per i Musei e membro del Consiglio Superiore per i Beni Culturali presso il MiBAC. Nel 2013 ha ricevuto dalla Repubblica Francese l’onorificenza di Chevalier des Arts et des Lettres per la collaborazione culturale tra Italia e Francia.

Related posts

Palazzo Lombardia aperto al pubblico sabato e domenica

Redazione

Passione e arte, ecco la nuova presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Roma

Angelica Bianco

Le città d’arte italiane protagoniste dell’autunno

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni