martedì, 13 Aprile, 2021
Economia

Salvini: “Giù le tasse o me ne vado”

“Dal viaggio negli Stati Uniti ho portato una convinzione fortissima: all’Italia serve una riforma fiscale coraggiosa. E quindi, il mio dovere è farla.

Se non me la dovessero far fare, io saluto e me ne vado”. Lo dice il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in un colloquio con il Corriere della Sera.

“Per il 2019, se è vero come è vero che lo Stato spende di meno ed incassa di più, possiamo utilizzare quella cifra per abbattere il debito, e va bene…”, spiega Salvini, che però aggiunge: “Basta gabbie sugli anni futuri, basta con lo strozzare la crescita possibile”.

“Il problema è che non esiste un taglio delle tasse serio che possa richiedere meno di dieci miliardi. Ma poi, i liberali non vogliono il taglio delle tasse?”, chiede il vicepremier.

Sponsor

Articoli correlati

Tra la pressione fiscale ed il diritto ad evadere, l’articolo 53 della Costituzione

Domenico Turano

Non ci resta che il sesso

Giampiero Catone

Sardine o pesci pilota?

Carlo Pacella

Lascia un commento