martedì, 7 Dicembre, 2021
Società

L’Azione Cattolica Ragazzi festeggia 50 anni

Cinquant’anni fa, esattamente il 1° novembre del 1969, con l’entrata in vigore dello Statuto rinnovato dell’Azione Cattolica Italiana che accoglieva le istanze del Concilio Vaticano II, nasceva l’Azione Cattolica dei Ragazzi (Acr).

Oggi l’Acr conta più di 120mila iscritti in tutta Italia, a questi si aggiungono altre decine di migliaia di ragazze e ragazzi che condividono la proposta educativa dell’associazione partecipando alle sue iniziative. Cinquant’anni di attenzione ai più piccoli, veri protagonisti della vita ecclesiale e civile, impegnati nella pace e nell’inclusione, sempre in cammino insieme a tutta la comunità cristiana.

Per festeggiare questo importante compleanno, accanto agli eventi parrocchiali, diocesani e regionali, anche un appuntamento di festa nazionale. Dal 31 ottobre al 2 novembre a Roma arriva “Light UP. Ragazzi in sinodo”: una rappresentanza di 1000 bambini e ragazzi provenienti da tutta Italia “illuminerà” di Bellezza la capitale.

Tre giorni di lavori assembleari presso la Fraterna Domus di Sacrofano (Roma) per riflettere insieme sull’importanza della Fede per i piccoli e su come l’esperienza dell’associazionismo possa rappresentare un valore aggiunto per vivere la propria relazione con Gesù. Nel programma della tre giorni, sono previsti “lavori in sinodo” per il pomeriggio di giovedì 31 ottobre e la mattina di sabato 2 novembre. La giornata di venerdì 1 novembre, in cui si festeggia la nascita dell’Acr, sarà aperta dalla Celebrazione eucaristica nella Basilica di San Pietro (Altare della Cattedra, ore 9) presieduta da mons. Gualtiero Sigismondi, assistente generale dell’Ac e vescovo di Foligno. Seguirà la partecipazione alla preghiera dell’Angelus in Piazza San Pietro con Papa Francesco. Nel pomeriggio di venerdì (ore 16) presso l’Auditorium Conciliazione spazio alla festa con i cantanti Lorenzo Baglioni e Martina Attili, amatissimi dai ragazzi, il ct della nazionale di pallavolo femminile Davide Mazzanti e la Bim Bum Band di Padova. Tra gli invitati, il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, e l’Autorità garante per infanzia e adolescenza, Filomena Albano.

Sponsor

Articoli correlati

A Parma il Progetto “Custodi del Creato”

Ettore Di Bartolomeo

Lettera di un giovane napoletano a Nicolò Mannino, noi giovani cerchiamo testimoni credibili

Redazione

Giovani: sondaggio Unicef, ragazzi scontenti della propria istruzione

Redazione

Lascia un commento