lunedì, 25 Ottobre, 2021
Economia

Draghi “1,78 miliardi per le zone colpite dal terremoto nel Pnrr”

“Oltre alla memoria c’è il dovere della ricostruzione, un impegno che il Governo deve assumersi. Si procede con velocità diverse. Mi riferisco al rifacimento degli edifici privati che a L’Aquila ha superato l’80%, negli altri comuni del cratere invece il processo è più lento, mi riferisco soprattutto alla ricostruzione pubblica che non ha ancora un piano completo. Parlo di scuole, ospedali, strade, uffici e chiese. Dobbiamo accelerare, è un obbligo morale che abbiamo verso tutti i cittadini per aiutare la ripresa economica”. È quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi, alla cerimonia inaugurale del Parco della Memoria (Piazzale Paoli) a L’Aquila in ricordo delle 309 vittime del sisma 2009. “Il terremoto ha causato perdite stimate in oltre 200 milioni all’anno a cui si sono aggiunti i danni della pandemia, ma il tessuto sociale e produttivo dell’Abruzzo è rimasto vivo nonostante le tragedie e dobbiamo e dobbiamo continuare a sostenerlo, il Governo ha deciso di destinare un’apposita linea del PNRR ai territori del centro Italia colpiti dai terremoti del 2009, 2016 e 2017. Ha un valore questo stanziamento di 1,78 miliardi di euro e finanzia la ricostruzione sicura e sostenibile, il recupero ambientale e iniziative a sostegno di cittadini e imprese. In settimana al via il programma” ha concluso il Premier.

Sponsor

Articoli correlati

Grassi (Confindustria): Costruire il Mediterraneo, un grande progetto per il Mezzogiorno. Sviluppo, lavoro e ambiente

Giovanna M. Piccinino

Aziende sanitarie e Ordini insieme per chiedere 53 mila stabilizzazioni

Francesco Gentile

Rebus giustizia per Draghi. Letta dà una mano a Conte?

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento