sabato, 18 Settembre, 2021
Attualità

Le imprese al G20: lotta alla corruzione e al riciclaggio  

Anticorruzione, legalità e conformità delle procedure aziendali nella ripresa globale sono i temi legati alla vigilanza affrontati nell’evento on line “Come promuovere una governance sostenibile, aumentare la trasparenza, combattere la corruzione per rafforzare la concorrenza leale”, organizzato dalla Task Force del B20 “Integrity & Compliance” di Confindustria.

 

La pandemia ha determinato in tutto il mondo il rischio di un aumento dei reati da parte delle imprese, soprattutto per via dell’attuazione di procedure d’emergenza, che hanno inevitabilmente comportato un depotenziamento della azione di prevenzione e controllo. L’aumento esponenziale della spesa pubblica sanitaria ha favorito i fenomeni corruttivi e l’aggiramento delle procedure di controllo e garanzia.
Lo si legge in una nota sull’evento al quale ha partecipato, tra gli altri, Emma Marcegaglia, Chair B20 2021: “I temi della legalità e della trasparenza sono fondamentali per perseguire gli obiettivi di crescita e sostenibilità. È altrettanto essenziale la collaborazione fra settore pubblico e privato e governi e imprese devono fare ciascuno la propria parte. In questo momento di sfide senza precedenti, di crisi e cambiamenti, dobbiamo contrastare con tutte le forze la corruzione e le attività criminali”.

Modelli di compliance aziendale che garantiscano l’integrità del business

Il B20, il più autorevole degli Engagement Group istituiti dal G20 con l’obiettivo di formulare raccomandazioni di policy in un ampio novero di settori strategici legati alle imprese e allo sviluppo economico, ha focalizzato la propria attenzione di questi mesi sul tema sempre più centrale della compliance aziendale, consapevole dei rischi insiti nei grandi processi di transizione e nella gestione della pandemia rispetto all’integrità del business. “Chiediamo ai governi del G20 – ha dichiarato Patrizia Grieco, Chair della Task Force Integrity & Compliance – un forte impegno su quattro punti principali: garantire condotte responsabili nel ciclo degli approvvigionamenti, sia da parte delle imprese che delle amministrazioni pubbliche; stimolare una governance sostenibile nelle imprese, concentrandosi al contempo sull’armonizzazione delle normative, per rendere le strategie di business in grado di incorporare gli interessi degli stakeholder; promuovere modelli di compliance che puntino sulla cooperazione fra gli attori in gioco, sull’adozione di regole uniformi e sull’evoluzione organizzativa delle imprese; ultimo, ma non meno importante, lavorare sul tema della titolarità effettiva delle aziende in ottica antiriciclaggio e di promozione della trasparenza dei flussi finanziari“. Scopo del B20, si sottolinea ancora nella nota, è difatti rafforzare la resilienza dei sistemi economici e la loro capacità di mitigare disuguaglianze e caratteristiche che sono state duramente messe alla prova dalla crisi pandemica.
Sponsor

Articoli correlati

G20: accordo di massima su tassazione globale

Anna La Rosa

Decreto semplificazioni, auspicabile convergenza tra i partiti sul superbonus

Angelica Bianco

Materie prime. Confartigianato: prezzi raddoppiati. Imprese in difficoltà

Francesco Gentile

Lascia un commento