sabato, 27 Novembre, 2021
Agroalimentare

Agricoltura. Nel Pnrr 6.8 miliardi per innovazione, infrastrutture, e tecnologie

L’obiettivo è dare una forte spinta ad un settore strategico per l’Italia come agricoltura e agroalimentare. I miliardi messi a disposizione dal Piano nazionale di Ripresa sono 6.8, una cifra che avrà un forte impatto in tutti i settori con l’obiettivo di rendere l’agricoltura più competitiva, sostenibile e mantenere quella leadership mondiale che fanno del settore un fiore all’occhiello dell’Italia.

I FONDI
Gli investimenti dovranno portare ad un aumento duraturo e strutturale del Pil. L’innovazione avrà un ruolo predominante di cui si avvantaggeranno anche gli agricoltori che vivono in zone rurali non raggiunte da internet o coperte dal segnale 4G.

GLI INVESTIMENTI
Questi nel dettaglio i settori in cui si prevedono investimenti.
Sono 800 milioni per la logistica; 1,5 miliardi per l’agrisolare; 500 milioni per l’ammodernamento delle macchine agricole; 1,2 miliardi per i contratti di filiera; 2 miliardi per lo sviluppo delle produzioni e delle tecnologie inerenti il biogas e il biometano; 880 milioni per gli invasi e il sistema irriguo.

INNOVAZIONE
Una attenzione particolare è stata data a tre aspetti della nuova agricoltura: Economia circolare e agricoltura sostenibile, Contratti di filiera e di distretto e Tutela del territorio e della risorsa idrica. Settori che avranno risorse per lo sviluppo della logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura e florovivaismo.

TRASPORTI E LOGISTICA
Ci sono poi 800 milioni che serviranno a ridurre l’impatto ambientale dei trasporti, migliorare la capacità di stoccaggio e trasformazione, potenziare la capacità di export e migliorare la capacità logistica dei mercati all’ingrosso.

AGRICOLTURA 4.0
Incentivi sono destinati agli impianti di lavorazione e stoccaggio in azienda come essiccatoi, frantoi, silos. Un grande aiuto economico sarà dato all’innovazione, la cosiddetta Agricoltura 4.0, quella di precisione, sensoristica, tracciabilità.

PIÙ SOLE E VIA AMIANTO
L’installazione di pannelli solari su capannoni e strutture aziendali pari 2,4 milioni di metri quadri, avrà un sostegno di 1,5 miliardi di euro. Il governo mira a incentivare l’ammodernamento delle coperture, ad esempio tramite l’eliminazione dell’amianto.

PARCO AUTOMEZZI
L’Innovazione e la meccanizzazione è ritenuto un impegno prioritario. Il fondo di 500 milioni di euro servirà a sostenere lo sviluppo dell’agricoltura di precisione attraverso l’acquisto di macchinari specifici, probabilmente attraverso un nuovo Bando Isi dell’Inail.

CONTRATTI DI FILIERA
Via libera ai contratti di filiera e di distretto, 1,2 miliardi. Questo il ventaglio di obiettivi. Ridurre l’utilizzo di fitofarmaci, antimicrobici, fertilizzanti di sintesi; Potenziare l’agricoltura biologica e lottare contro la perdita di biodiversità; Migliorare il benessere degli animali; Migliorare la distribuzione del valore lungo le diverse fasi della catena; Sviluppare la produzione di energia rinnovabile e l’efficienza energetica; Ridurre le perdite e gli sprechi alimentari.
A disposizione ci saranno 1,2 miliardi di euro.

TERRITORIO E TUTELE
La tutela del territorio e della risorsa idrica, avrà 0,88 miliardi. Progetti che riguardano la resilienza dell’agrosistema irriguo. Il fondo di 880 milioni per infrastrutture idriche ed irrigue: dighe, bacini, condotte, pozzi, invasi. Progetti per gestire al meglio la risorsa acqua, anche in relazione ai cambiamenti climatici e al dissesto idrogeologico.

MICRO IMPRESE
Ci sono infine 5 milioni di euro per le micro, piccole e medie imprese agricole che vogliono investire in beni strumentali nuovi materiali e immateriali.

Sponsor

Articoli correlati

Sanità. Ripa di Meana (Federazione di Asl e Ospedali): Recovery plan, partire subito per evitare gli errori del passato. Il sistema va ammodernato

Giulia Catone

Emedical, burocrazia no problem. Servizi evoluti per le imprese italiane

Redazione

Le città malate dell’“Ecosistema urbano 2021” di Legambiente

Rosaria Vincelli

Lascia un commento