venerdì, 25 Giugno, 2021
Società

Non autosufficienza. La riforma integra sanità e sociale

Una svolta attesa che ora si concretizza in favore degli anziani e di quella fascia di cittadini fragili. C’è soddisfazione tra i promotori del “Network Non Autosufficienza” che giudica positivamente la riforma dell’assistenza agli anziani non autosufficienti. Innovazione che prende forma concreta, grazie all’inserimento nel Pnrr dei punti chiave della proposta elaborata dal Network e sostenuta da Alzheimer Uniti Italia, Caritas, Cittadinanzattiva, Confederazione Parkinson Italia, Federazione Alzheimer Italia, Forum Disuguaglianze e Diversità, Forum Nazionale Terzo Settore, La Bottega del Possibile. “

La riforma prevede, come indicato nella proposta delle organizzazioni: un sistema orientato sulla preminenza del sostegno alla domiciliarità; l’incremento dell’offerta di servizi; il rafforzamento dei modelli d’intervento secondo la logica della cura multidimensionale; la riduzione della frammentazione del sistema e la semplificazione dei percorsi di accesso.

Le risorse seppure incrementate, sono ancora lontane dai 7,5mld richiesti nella proposta.

 

Sponsor

Articoli correlati

In aumento le truffe agli anziani

Angelica Bianco

La Commissione. Nelle Rsa più morti non solo per Covid ma per solitudini e distacchi emotivi. Da uno studio la riforma delle Residenze sanitarie per anziani

Ettore Di Bartolomeo

Coronavirus: Poste italiane e Carabinieri insieme per pensione ad anziani

Redazione

Lascia un commento