venerdì, 28 Gennaio, 2022
Attualità

Ti cercherò dove ancora non sei…

E’ Risorto, si ne siamo certi: E’ risorto, si ci credo e ci voglio credere fortemente e senza ombra di dubbio.

E’ risorto e ci precede sul sentiero del martirio non gratuito ma impensabile. Anni e anno di storia attestano la strage di Diocleziano, di Nerone che senza pietà non hanno avuto pietà di lasciar sbranare tanti uomini donne e bambini nel terribile Colosseo Romano. Paolo di Tarso ne sa qualcosa, lui che forte delle sue ide e vassallo del potere romano, folgorato da Colui che è Vivo, ha cambiato strada come i Re Magi dopo aver adorato il bambino avvolto in fasce e deposto in una mangiatoia.

“Vana sarebbe – dirà poi il già persecutore dei cristiani, Paolo – la mia fede se Lui non fosse risorto… credere nel risorto, certezza che Lui sa cambiare la vita e ridare la vita. Cristo, nostra Pasqua e ‘ indubbiamente risorto anche se- guardando e osservando la massa- non sembra proprio. Si, troppo terrorismo mediatico di virus sempre virus e solo covid 19. Non ce altro da dire e da sperare. Vaccini? Si e no. Uccidono e si muore mentre la cronaca prepara “il pezzo” da diffondere. Si Crede a tratti, si spera poco, si urla libertà e dignità. Il Risorto entra nella storia e si fa cronaca quotidiana.

Tranquilli: Lui ha detto che ci precede .I Discepoli di Emmaus non erano stupidi nel rivelarsi quel battito di cuore e di emozioni che ha portato a scoprire la bellezza del tramonto “Resta con noi perché si fa sera”. L’Amore quando è vero precede e anticipa i tempi. Chi ti ama sa vegliare per te e con te anticipa eventi ed esperienza mentre ancora tutto è incerto e non esiste. Chia ama anticipa e crea tutto senza “ma” e senza “se”. Chi ama raggiunge il posto dove portare l’amato/a. L’amore è bello perché imprevedibile e ti porta solo sui sentieri dell’incognito dove chi ci crede arriva prima e prepara tutto con il corredo della tenerezza, della gioia, dell’amore vero.

Sponsor

Articoli correlati

Turismo montano. Perdita di due miliardi. Assoturismo: aprire a Pasqua

Giulia Catone

La Pasqua da reclusi degli italiani, mai così nella storia

Redazione

“La fede non è un bancomat”

Nicolò Mannino

Lascia un commento