martedì, 28 Settembre, 2021
Attualità

Generali Italia e Telepass: al via il servizio che consente il rimborso automatico per i ritardi nella rete autostradale italiana

Al via partnership strategica sulla mobilità: soluzioni innovative, tecnologiche, data-driven e personalizzabili a servizio di 8 milioni di clienti

Generali Italia e Telepass lanciano un innovativo servizio di rimborso del pedaggio autostradale, realizzato unendo le competenze tecnologiche Telepass alle competenze big data e analytics di Generali Italia. In caso di gravi rallentamenti nella tratta autostradale dovuti a incidenti, tutti i clienti Telepass abilitati al nuovo servizio e che hanno già acquistato il pacchetto Assistenza Stradale potranno ricevere un rimborso pari al 50% del valore del pedaggio, con riaccredito automatico sul conto Telepass, grazie alla elaborazione dei dati di transito dell’autoveicolo ed all’analisi di tutti gli eventi presenti sulla tratta autostradale. Il rimborso sarà visualizzabile direttamente sulla app di Telepass. Questo nuovo servizio è già attivo e funzionante
sugli oltre 200 mila clienti che negli anni hanno sottoscritto l’offerta Assistenza Stradale europea.

L’iniziativa presentata oggi è la prima tra quelle previste dalla partnership siglata dalle due società
e che si focalizza sull’innovazione tecnologica, rendendo possibile l’applicazione di cashback,
totalmente data-driven e a rimborso automatico grazie all’evoluto circuito di pagamento Telepass,
per offrire ai propri clienti un’esperienza smart, personalizzata e conveniente, a favore di una
mobilità più sostenibile in Italia.

La partnership prevede, inoltre, lo sviluppo in ulteriori ambiti, come la messa a disposizione per i
clienti Generali delle tecnologie e dei servizi Telepass più avanzati. Entro fine anno, le Agenzie
Generali Italia avranno, infatti, la possibilità di proporre ai propri clienti un’offerta esclusiva
telematica, basata sull’innovativo Telepass T-Next: un dispositivo in grado di erogare sia i servizi
IoT di Generali Jeniot sia i servizi avanzati di Telepass, come quelli legati ai pagamenti in mobilità
(es. pedaggi autostradali, parcheggi, bollo, rifornimento carburante), ma anche all’ingresso in Area
C a Milano e il lavaggio della propria auto “sotto-casa”, offerto da Wash Out (società del gruppo
Telepass).

Nei prossimi mesi è previsto anche il lancio di altre coperture assicurative smart, data driven e
basate sui comportamenti, dedicate ai clienti Telepass, come ad esempio un’innovativa garanzia
“a consumo” chilometrico che si attiverà automaticamente al passaggio di qualsiasi varco –
autostrada, parcheggi e traghetti – e che proteggerà il cliente in caso di collisione con un altro
veicolo.

Marco Sesana, Country Manager & Ceo Generali Italia e Global Business Lines e Francesco
Bardelli Ceo Generali Jeniot & Chief Business Transformation Officer hanno così commentato
l’accordo: “Questa partnership si inserisce nella nostra strategia per essere Partner di Vita delle
persone nei momenti rilevanti: famiglia, benessere, lavoro e mobilità. Con questo accordo con
Telepass sviluppiamo ulteriormente l’ecosistema mobilità con servizi innovativi, tecnologici, data-
driven e personalizzabili sul comportamento dei clienti. Uniremo l’esperienza di Telepass nella
qualità del servizio alle nostre competenze assicurative, analisi dati avanzate, digitali e IoT, per
creare soluzioni uniche ed eccellenti per i clienti Telepass e Generali. Già oggi, grazie a Generali
Jeniot, possiamo presentare ai clienti in Italia e nei principali mercati europei un’offerta di prodotti e
servizi capace di garantire una nuova esperienza personalizzata in base allo stile di guida e di
vita”.

Gabriele Benedetto, Chief Executive Officer del Gruppo Telepass, ha dichiarato: “Mobilità,
contestualizzazione dell’offerta e pagamenti invisibili sono sempre stati gli ingredienti di Telepass.
Il servizio di rimborso ritardi ci sembra una risposta tempestiva e rapida ad una esigenza reale
degli utenti e ci auguriamo che le concessionarie italiane ci supportino nella diffusione massiva di
questa nuova tecnologia. Oggi, grazie alla partnership con Generali Italia, abbiamo aggiunto
l’esperienza che ci mancava nei prodotti assicurativi. Insieme possiamo ora esplorare nuove
frontiere nel mondo delle micro-assicurazioni legate ai dati di mobilità che raccogliamo grazie
all’ecosistema dei servizi Telepass. Ristori per i ritardi in autostrada, prodotti chilometrici a
consumo sono solo l’inizio di questo percorso. Già quest’estate con l’arrivo del nuovo Telepass
Connesso (T-Next) saremo in grado di gestire attraverso un unico smart-device tutti i nostri servizi
di mobilità integrati alle coperture di Generali Italia”.

Sponsor

Articoli correlati

Accordo RAI-Usigrai, nuova selezione per 90 giornalisti

Redazione

Generali Italia accelera su Salute e Welfare per rispondere più velocemente ai bisogni dei clienti

Redazione

Russia e Turchia, accordo sulla Siria

Enzo Cartellino

Lascia un commento