martedì, 18 Maggio, 2021
Economia

Edison, un 2020 superiore alle aspettative, ricavi netti +6,4 miliardi

Il Consiglio di Amministrazione di Edison ha esaminato il bilancio al 31 dicembre 2020 che si è chiuso con risultati industriali superiori alle attese, nonostante l’impatto del Covid-19.

Nel 2020 il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è cresciuto del 13,6% a 684 milioni di euro, per effetto principalmente del contributo della Filiera Energia Elettrica che ha beneficiato dell’incremento della generazione rinnovabile.

Nel secondo semestre 2019, Edison ha ampliato il proprio perimetro, diventando il secondo operatore dell’eolico in Italia, un posizionamento che consolida ora salendo al 100% di E2i energie speciali.

Positivo anche il contributo delle Attività Gas a cui ha concorso, tra le altre cose, l’ottimizzazione delle flessibilità dei contratti di importazione del gas tramite gasdotto.

Il gruppo ha chiuso il 2020 nuovamente in utile: il risultato netto di gruppo è positivo per 19 milioni di euro rispetto alla perdita per 436 milioni di euro registrata nel 2019 che risentiva in misura maggiore delle svalutazioni delle attività E&P oggetto di dismissione.

Il risultato netto da Continuing Operations, ossia escludendo le attività oggetto di cessione dell’E&P, si attesta a 191 milioni di euro (+35,5% rispetto al 2019).

Edison ha chiuso il 2020 con ricavi di vendita a 6.390 milioni di euro da 8.198 milioni di euro del 2019 in conseguenza del quadro di riferimento che, come sopra evidenziato, mostra una forte contrazione soprattutto dei prezzi di vendita. L’impatto maggiore è sulla Filiera Attività Gas e E&P, i cui ricavi si sono attestati a 3.243 milioni di euro, in diminuzione del 33,7% rispetto a 4.892 milioni di euro del 2019.

Più contenuta la contrazione della Filiera Energia Elettrica, che ha registrato ricavi pari a 3.830 milioni di euro, in riduzione del 7,9% rispetto al 2019.

L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2020 rimane stabile a 513 milioni di euro da 516 milioni di euro del 31 dicembre 2019 ed è il risultato di una vivace dinamica degli investimenti, di una positiva performance industriale e della dismissione delle Discontinued Operations.

“Edison nel 2020, tramite la cessione di tutte le attività E&P operate, ha compiuto un passo fondamentale del proprio percorso di sviluppo strategico – si legge in una nota – con cui punta a essere leader nella transizione energetica del Paese in linea con gli obiettivi del Piano Nazionale Energia e Clima e del Green Deal europeo”.

Sponsor

Articoli correlati

Poste Italiane, nell’anno della pandemia chiude con +1,2 miliardi di utile

Redazione

Approvato il bilancio di Banca etica

Ettore Di Bartolomeo

Legge di bilancio non emendabile, ma dopo sei mesi di confronto in parlamento

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento